Zanardi, stabile dopo seconda notte in terapia intensiva

Zanardi

Siena, notte in terapia intensiva per Alex Zanardi all’ospedale di Siena, dove è ricoverato dopo l’intervento neurochirurgico per le fratture al cranio ed al volto riportate nell’incidente con l’handbike contro un camion a Pienza il 19 giugno.

Le condizioni di Zanardi, che restano gravi, sono stazionarie e continua ad essere mantenuto in stato di coma farmacologico, sedato e ventilato meccanicamente ed il monitoraggio dei suoi parametri clinici è costante.

Aggiornamento clinico ore 11:30 del 21 giugno sulle condizioni dell’atleta Alex Zanardi:
In merito alle condizioni cliniche dell’atleta Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dal 19 giugno a seguito di incidente stradale, la Direzione Sanitaria informa che il paziente ha trascorso la notte in condizioni di stabilità cardio-respiratoria e metabolica. Le funzioni d’organo sono adeguate. E’ sempre sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il neuromonitoraggio in corso ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perchè resta grave il quadro neurologico. Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e, pertanto, il paziente resta sempre in prognosi riservata.

Su quale possano essere le conseguenze permanenti del grave incidente subito da Alex Zanardi, il professor Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento di Emergenza urgenza dell’ospedale di Siena, aveva risposto senza sbilanciarsi: “E’ difficile poter rispondere a questa domanda. Con un trauma cranico grave e lesioni veramente importanti, è possibile che il danno possa essere permanente e anche grave, è possibile che ci possa essere un progressivo miglioramento”.

“Le conseguenze sulla vista ci possono essere senz’altro e quindi abbiano chiesto consulenze di oculisti – aveva poi aggiunto il direttore della terapia intensiva delle Scotte – perché c’è qualche lesione anche oculare. Il trauma è facciale e quindi ci possono essere lesioni oculari. Ma sarà possibile valutare questo tra qualche giorno, non è possibile dirlo adesso”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments