Viareggio: le risse? Colpa delle ragazzine in shorts

ragazzine

Lo ha dichiarato il consigliere comunale Fdi Marco Dondolini, durante una discussione sulla questione della movida giovanile a seguito di alcuni episodi violenti registrati nelle ultime settimane in Versilia e non solo. “Le ragazzine che istigano i ragazzi a picchiarsi”

Le risse tra giovani? Colpa delle ragazzine in shorts che provocano ed aizzano i ragazzi!. Parola del consigliere comunale di Viareggio Marco Dondolini del gruppo di Fratelli d’Italia. Durante una discussione sulla questione della movida giovanile a seguito di alcuni episodi violenti, con giovani coinvolti, registrati nelle ultime settimane in Versilia e non solo dondolino ha infatti dichiarato: “le ragazzine di oggi gli shorts non li portano più all’altezza dei fianchi, ma dal fondoschiena in su. Sono tutte belle scoperte, pancia e ombelico in vista e istigano i ragazzini, le ho sentite io personalmente, ad andare a picchiare il compagno, perché magari sono state avvicinate o è stato detto loro qualcosa. E questi abbigliamenti provocano gelosie tra ragazzi”.

“Non sto dicendo che le ragazzine non si debbano mettere gli shorts – ha poi aggiunto Dondolini -, però le ho viste andare anche davanti alle persone anziane che passeggiavano a far loro dei versi, a spaventarle. Dunque c’è proprio un degrado culturale da parte delle famiglie, che non seguono più i loro ragazzi. Sono queste ragazzine che istigano i ragazzi a picchiarsi”.

Per il sindaco Giorgio Del Ghingaro, “questo pomeriggio abbiamo dovuto ascoltare in una seduta del Consiglio comunale un consigliere di Fratelli d’Italia che ha indicato nelle donne, anzi nelle ragazzine e nel loro abbigliamento succinto, l’origine di presunte e non meglio precisate baby gang. Secondo questo consigliere sarebbero gli shorts e chi li indossa a provocare i maschi e ad istigarli alla violenza”. “Un intervento, fatto in un luogo istituzionale, che usa un linguaggio così fuori dal tempo e inappropriato – osserva ancora – che identifica ruoli che speravamo superati, e denota un pensiero discriminatorio ancora difficile da sradicare”.
“La banalità con cui si sdogana un problema, la faciloneria con cui si fa un’affermazione gravissima”, sono “un salto indietro di decenni, un’offesa intollerabile per tutti, sindaco e assessori, maschi e femmine. Donne e uomini del Consiglio”. “In consiglio comunale a Viareggio oggi si sono udite parole così gravi da essere incredibili. Un consigliere di Fratelli d’Italia ha additato le ragazzine e il loro abbigliamento come causa delle risse tra giovani. E’ avvilente e sconcertante vedere che decenni di battaglie di civiltà a qualcuno non sono bastate, ancor più grave se un eletto nelle istituzioni”. Così Marco Simiani, commissario del Pd di Viareggio e responsabile enti locali del Pd toscano.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments