Vaccino, in Toscana agende aperte per gli over 70

Ultraottantenni
Si riaprono oggi, sabato 17 aprile, le prenotazioni per la fascia d’età che riguarda gli over 70, ovvero le persone nate dal 1941 al 1951.

 

Per prenotare la somministrazione della prima dose occorre andare, come sempre, sul portale prenotavaccino.sanita.toscana.it.

La vaccinazione avverrà nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì  20, 21 e 22 aprile prossimi, su appuntamento prenotato nel punto vaccinale che l’interessato avrà indicato sul portale.
Le agende saranno richiuse a posti disponibili esauriti, che attualmente sono soltanto 25mila, a causa dell’andamento a rilento delle forniture.

Alle ore 14.30 di oggi, 17 aprile, le persone over 70 che hanno ricevuto la prima dose di vaccino, sono in tutto 161.012, come riportato sul portale https://vaccinazioni.sanita.toscana.it/, aggiornato in tempo reale.

Rimangono aperte sul portale on line le prenotazioni per gli over 80 e rimane attivo il numero verde dedicato: 800 11 77 44 per gli ultraottanttenni che non hanno la possibilità di prenotare in autonomia.

In Italia la campagna vaccinale contro il Coronavirus prosegue tra diversi ostacoli ma raggiunge i primi obiettivi. La copertura degli over 80, una delle fasce d’eta’ piu’ esposte agli effetti della COVID-19, e’ salita: oltre il 76% dei 4,5 milioni di over 80 ha ricevuto una dose di vaccino, mentre il 45% ha ricevuto entrambe le dosi. Tuttavia, restano forti differenze a livello regionale. Secondo l’ultimo report del Governo, le Marche hanno somministrato una dose al 100% degli over 80. Seguono Provincia autonoma di Trento (91%), Emilia Romagna e Veneto (87%), Lombardia (83%), Basilicata e Toscana (82%), Piemonte (81%), tutte sopra l’80%. Sotto la media nazionale dieci regioni: le peggiori sono Sicilia (51%), Calabria (54%), Sardegna (65%), Abruzzo e Liguria (66%), Campania (68%), tutte sotto il 70%. Per le seconde dosi, le Province autonome di Trento (67%) e Bolzano (65%) sono le uniche sopra il 60%, mentre sono sotto il 40% Toscana (31%), Sardegna (32%), Sicilia (34%), Calabria (37%), Umbria (39%)

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments