The Delines “The Sea Drift”. Disco della settimana.

Terzo atteso album per The Delines, la band di Portland guidata dalla voce di Amy Boone. Un cinematico tributo al country-soul sulla scia di Glen Campbell, Bobbie Gentry, Van Morrison ma con uno stile decisamente intenso e personale e testi dal deciso valore letterario.

E’ uscito l’11 febbraio il terzo album di The Delines, la band formata da Amy Boone (voce), Willy Vlautin (già con i Richmond Fontaine e scrittore, alla chitarra, voce e songwriting), Freddy Trujillo (basso), Sean Oldham (batteria e voce), Cory Gray (arrangiamenti, tastiera e fiati). Il disco si intitola The Sea Drift ed è pubblicato da Decor Records e distribuito in italia da Audioglobe.


E’ Vlautin, autore e romanziere di talento, a comporre i pezzi del progetto innescato da una richiesta fattagli dalla Boone, che dopo un lungo periodo di riabilitazione conseguente ad un terribile incidente automobilistico, gli aveva chiesto di scriverle una canzone nello stile di “Rainy Night In Georgia” di Tony Joe White. L’album è poi diventato un intenso viaggio attraverso l’America “on the road” guidato dalle intense prestazioni vocali della cantante avvolta nel sofisticato incastro tra piano elettrico, chitarra, basso, batteria, fiati e archi senza mai una caduta di stile, e sostenuto dall’ottima produzione di John Morgan Askew (M. Ward, Califone, Laura Gibson, Alela Diane, Neko Case) nei suoi studi di Portland.

Il mondo di Vlautin è quello della nuova emarginazione sociale nordamericana, extra-urbana, bianca, che vive sempre al limite della sussistenza, della legge, dell’alcolismo letta con profonda empatia nella sua drammatica quotidianità senza alcuna traccia di retorica o del consueto snobbismo “radical”. Piccole eterne disperazioni di cui nessuno sembra accorgersi, destinate a svanire nella corrente del mare (The Sea Drift).

The Sea Drift è il nostro “Disco della settimana“, questa la track list: Little Earl, Kid Codeine, Drowning In Plain Sight, All Along The Ride, Lynett’s Lament, Hold Me Slow, Surfers In Twlight, Past The Shadows, This Ain’t No Getawas, Saved From The Sea, The Gulf Drift Lament.  

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments