Mer 24 Apr 2024

HomeToscanaCronacaTest medicina: protesta a Firenze contro numero chiuso, 6 identificati 

Test medicina: protesta a Firenze contro numero chiuso, 6 identificati 

Protesta contro l’accesso a numero chiuso alle università questa mattina davanti all’ingresso della Fortezza da Basso di Firenze, dove era in corso il test di ingresso a medicina. Sei manifestanti, tra cui un minorenne, sono stati portati in questura per essere identificati. Nei loro confronti scatterà una denuncia per manifestazione non autorizzata.

I giovani, militanti del Fronte della gioventù comunista, hanno srotolato uno striscione, acceso alcuni fumogeni e letto al megafono un intervento contro i test di accesso agli atenei. Sul posto è intervenuta la polizia. In totale, secondo quanto spiegato dall’Ateneo di Firenze, alla selezione di stamani hanno partecipato 1.884 candidati – le domande erano state 1.972 -, per 324 per medicina e chirurgia e 35 per odontoiatria e protesi dentaria.

Anche a Siena c’è stata una protesta, del sindacato universitario Link Siena, con un presidio e uno striscione apposto e poi rimosso all’ingresso del Centro didattico del policlinico Le Scotte dove si svolgeva la prova. “Medici fantasma. Chi si cura del Servizio Sanitario nazionale?” era scritto sullo striscione. In totale i candidati erano 698 candidati per 221 posti oltre a due posti per cittadini non comunitari residenti all’estero.

Per l’Ateneo di Pisa erano infine 1.606 gli iscritti al test per 252 posti. La prova si è svolta al Polo Fiere di Lucca, in località Sorbano del Giudice (Lucca), “particolarmente idoneo – spiega una nota dell’Università di Pisa, “per accogliere e gestire un numero elevato di candidati in una struttura facilmente raggiungibile E dotata di ampio parcheggio”.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"