Terme Montecatini, salta offerta acquisto per mancanza cauzione

Terme

Montecatini Terme, è risultata non valida, causa la mancata presentazione della cauzione di 100mila euro, la proposta presentata da Tax Advisors Limited per la vendita delle quote di maggioranza della società Terme di Montecatini, che ha pertanto chiuso il bando poiché rimasto senza esito.

A comunicarlo è Alessandro Michelotti, amministratore unico dell’azienda Terme Montecatini, partecipata al 100 per cento da Regione Toscana e Comune di Montecatini.

“La procedura di individuazione di un nuovo socio di maggioranza – si legge nella nota – è stata chiusa ed è rimasta senza esito per mancanza di offerte valide. Non è infatti pervenuta alla società la cauzione prevista nel bando (un assegno circolare da 100mila euro, ndr) e preannunciata da una comunicazione di Deutsche Bank allegata all’offerta irrevocabile presentata il 22 novembre scorso da International Tax Advisors Limited (unico soggetto invitato alla seconda fase della procedura)”.

Adesso l’amministratore delle Terme convocherà “al più presto” l’assemblea dei soci per valutare le prossime mosse da compiere.

L’offerta irrevocabile di acquisto, da parte di International Tax Advisors Limited, società inglese guidata dal pistoiese Stefano Fabbri, era arrivata il 22 novembre proprio allo scadere dei termini della proroga.

La notizia dell’offerta era stata accolta con entusiasmo sia dal sindaco di Montecatini, Luca Baroncini, sia dal presidente della Regione Eugenio Giani e dall’assessore regionale Stefano Ciuoffo.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments