Ven 1 Mar 2024

HomeToscanaCulturaTeatro Politeama Pratese raddoppia valore della produzione

Teatro Politeama Pratese raddoppia valore della produzione

Prato, il cda del Teatro Politeama Pratese ha approvato il progetto di bilancio per l’esercizio 2022 con un macro-aggregato del “valore della produzione” quasi raddoppiato rispetto all’esercizio 2021, passando da 485.000 a 851.000 euro.

Ciò, spiega una nota del Teatro Politeama Pratese, contribuisce ad avere il “bilancio in pareggio”. Dopo due anni di sofferenza dovuti alla pandemia, spiega un comunicato stampa, “è un bilancio di esercizio in pareggio quello che il consiglio di amministrazione del Politeama Pratese spa porterà all’approvazione dell’assemblea dei soci agli inizi di maggio.

“Per noi è un orgoglio presentare un teatro coi conti in ordine – sottolinea la presidente Beatrice Magnolfi – Il pubblico ha riconosciuto la qualità della nostra programmazione. Le difficoltà non sono tutte superate e gli ostacoli sono ancora molti, abbiamo affrontato e stiamo portando avanti importanti interventi di messa a norma e modernizzazione del nostro teatro.

Giovedì inoltre abbiamo assegnato la gara per i lavori di efficientamento energetico finanziati con i fondi del Pnrr”. Per la composizione del cda, dopo la scomparsa di Elvira Trentini, sarà portata all’approvazione dell’assemblea dei soci la nomina di Francesco Moscardi per cooptazione, al posto della stessa Elvira Trentini “con il consenso delle famiglie Betti e Trentini”.

Moscardi, 49 anni, ingegnere civile, già corista nella formazione Guido Monaco, amante della musica e del teatro, “è – si legge nella stessa nota -persona vicina affettivamente alle fondatrici Roberta Betti ed Elvira Trentini anche nel grado di parentela”.

Il cda in realtà è in regime di prorogatio essendo scaduto da 10 mesi perché il Politeama Pratese spa si trova nella fase di transizione verso la fondazione ed è atteso un passaggio nel consiglio comunale di Prato.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.