Sicurezza: per Firenze e Prato 6,5 mln dal Viminale

Firenze

A Firenze e Prato sono in calo sia i reati che il numero degli stranieri ospitati nelle strutture di accoglienza. L’ammontare è destinato all’incremento delle risorse di sicurezza.

Lo spiega lo stesso ministero dell’Interno. In particolare, in provincia di Firenze sono arrivati 663mila euro per la videosorveglianza (6 comuni), 2,5 milioni per gli enti sotto i 20.000 abitanti (31 comuni), 1,26 milioni con i fondi Decreto sicurezza per il triennio 2018-2020 e il capoluogo ha ottenuto 96mila euro per il progetto Scuole sicure. In provincia di Prato sono arrivati 189 mila euro per la videosorveglianza (3 comuni), 520 mila per gli enti sotto i 20mila abitanti (6 comuni), 2,15 milioni di euro per la manutenzione di scuole e strade della Provincia. Nel piano di potenziamento 2019-2020 alla questura di Prato arriveranno inoltre, entro aprile 2020, 8 nuovi agenti.

“Vogliamo confermare grande attenzione per il territorio – le affermazioni di Matteo Salvini -, e siamo soddisfatti dei risultati di quasi un anno di lavoro. Non abbassiamo la guardia e intendiamo moltiplicare gli sforzi per migliorare ulteriormente la situazione. Ringrazio le forze dell’ordine per il lavoro e la professionalità – continua il vicepremier -. Per far funzionare le cose è fondamentale una sempre più efficace collaborazione tra noi e gli amministratori locali, ai quali abbiamo dato più poteri e fondi”.

avatar