Rossi su migranti: ‘la soluzione non è chiudere i porti’

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha rilasciato un’intervista al quotidiano on line del settimanale tedesco Die Zeit, e commentando la gestione a livello nazionale del problema immigrazione ha affermato: “Salvini è riuscito a dominare il dibattito pubblico. E ha reso la xenofobia più accettabile.”

Il governatore Rossi dice di valutare “molto negativamente quello che sta accadendo in Italia in queste settimane. Viene diffusa l’idea che la nostra terra stia subendo un’invasione di immigrati. Questa è un’idea sbagliata. Accompagna l’affermazione che l’immigrazione è la causa di tutti i problemi e le difficoltà in Italia. Un dibattito di questo genere produce soltanto il razzismo”.

”Ci sono due ragioni principali per questo sviluppo: in primo luogo, l’accoglienza dei rifugiati in Italia è stata gestita male, è stata privatizzata, demandata a società o cooperative scelte dalle prefetture con gare d’appalto. Allo stesso tempo le regioni, i comuni non hanno avuto alcun ruolo. Questo ha creato tensioni molto forti sin dall’inizio tra i rifugiati da una parte e le autorità locali e la popolazione dall’altra” – aggiunge Rossi.

“E ciò che rende il tutto ancora più grave – sottolinea ancora – è che i rappresentanti del governo fomentano queste paure per poi strumentalizzarle. In realtà dovrebbero lavorare a delle soluzioni”.

Per Rossi, “l’Italia è stata piantata in asso dal resto dell’Europa quando nel solo 2016 circa 180 mila mila rifugiati sono arrivati attraverso il Mediterraneo. Ma adesso la soluzione non può essere quella di chiuderei porti. L’Italia non può usare i rifugiati per ricattare l’Europa”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments