Mar 16 Lug 2024

HomeToscanaAmbienteUna tonnellata di rifiuti da spiagge e fondali dell'Elba

Una tonnellata di rifiuti da spiagge e fondali dell’Elba

Una tonnellata di rifiuti è stata raccolta dai fondali e dalle spiagge dell’Isola d’Elba nell’edizione 2024 di “Mare pulito”, la manifestazione ambientale che è ripartita per la nuova edizione e prevede attività di pulizia ed eventi su tutta l’isola per sensibilizzare al rispetto per l’ambiente e proteggere l’ecosistema marino.

Questi rifiuti verranno smaltiti grazie al contributo di Esa (Elbana Servizi Ambientali). Lo rende noto un comunicato congiunto di Fondazione Acqua dell’Elba, Consorzio elbano diving (Ced) e Marevivo ricordando che l’iniziativa nata nel 2010 per volontà e impegno dell’Associazione culturale sportiva Ced, rappresentata da subacquei professionisti di 20 Centri elbani diving, che sono “hub di promozione e formazione subacquea, nonché prestigiosi riferimenti per generazioni di residenti e turisti, esperti e neofiti: diffondono infatti l’Ocean Literacy attraverso gesti quotidiani di tutela del territorio ed eventi trasversali con le Istituzioni locali”. È in nome dell’Educazione all’Oceano per tutti, nel contesto internazionale del Decennio del Mare, che ritorna l’iniziativa Mare Pulito, patrocinata dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, sostenuta da Fondazione Acqua dell‘Elba, e che ha visto il coinvolgimento di Capitaneria di Porto e dei Comuni coinvolti Portoferraio, Porto Azzurro, Marciana Marina, Marina di Campo, Capoliveri, oltre alla partecipazione di Anpas, Esa Elbana Servizi Ambientali. La nuova edizione di “Mare Pulito” si è avvalsa anche della collaborazione attiva di Marevivo, Fondazione ambientalista che da quasi quarant’anni è impegnata nella tutela del mare e delle sue risorse.

In campo anche un centinaio di “Delfini Guardiani” del progetto di educazione ambientale che Marevivo porta avanti sull’isola da diversi anni. Si tratta degli alunni e delle alunne della Scuola Primaria Casa del Duca di Portoferraio che, accompagnati dalle insegnanti e affiancati dai titolari dei centri d’immersione, hanno sottolineato l’importanza della partecipazione attiva per la salvaguardia ambientale. Tutela del mare, valorizzazione della biodiversità e gestione dei rifiuti sono alcuni degli ambiti tematici del Manifesto Elba 2035, lanciato da Acqua dell’Elba e Fondazione Acqua dell’Elba per raccogliere le energie e le idee del territorio e creare un percorso partecipativo verso un’Isola Sostenibile. Dei risultati dell’operazione si parlerà in occasione del Sea Essence International Festival organizzato da Fondazione Acqua dell’Elba e dedicato alla salvaguardia e valorizzazione del mare, in programma dal 28 al 30 giugno a Marciana Marina.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)