Raccolta fondi per Teresa, figlia di Carmela, uccisa dal marito ad Altopascio

femminicidio
Foto da comunicato stampa Eppela

Una donna di 51 anni è stata uccisa con coltellate in un’abitazione di Altopascio (Lucca). Adesso una raccolta fondi vuole aiutare la figlia e le nipoti

Femminicidio ad Altopascio avvenuto lo scorso 28 maggio quando Luigi Fontana, 54 anni, è uscito dalla sua abitazione dopo aver ucciso la moglie Maria Carmina, 51 anni.

Nel momento dell’omicidio, in casa, ci sono anche le due nipotine di Carmela e Luigi, due bambine di un anno e mezzo, di cui detengono anche l’affidamento.

La madre delle piccole è Teresa, 25 anni, figlia della coppia che, senza un compagno, ha scelto di farsi aiutare dai propri genitori nel crescerle. Le rimane il fratello Nicola, anche lui giovane e con una famiglia a cui pensare. A entrambi resta la disperazione di questo momento e l’angoscia per una situazione più grande di loro.

A questo si aggiungono le preoccupazioni per il futuro. La sua amica Eleonora, che le è accanto sin dal primo momento, ha deciso di lanciare questa raccolta fondi grazie alla piattaforma Eppela, che vuole dare il proprio contributo.

Il femminicidio è avvenuto ad Altopascio il giorno 28 maggio quando Maria Carmina, di 51 anni è stata uccisa con coltellate in un’abitazione di Altopascio (Lucca) dal marito, 54enne.

Ogni tre giorni in Italia avviene un femminicidio, nel 2020 sono stati 91 in totale.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments