Dom 26 Mag 2024

HomeToscanaCovid-19Prato, firmatari appello pro bambini a Biffoni: "caro sindaco, non siamo irresponsabili"

Prato, firmatari appello pro bambini a Biffoni: “caro sindaco, non siamo irresponsabili”

©Controradio
Podcast
Prato, firmatari appello pro bambini a Biffoni: "caro sindaco, non siamo irresponsabili"
Loading
/

“Ad oggi, in assenza d’indicazioni specifiche sulle uscite dei minori, c’è un potere aleatorio in mano a chi controlla sulla possibilità di uscire con il proprio figlio. È consentito o non è consentito? ” ASCOLTA L’INTERVISTA

“Le chiediamo di rispondere oppure d’indicare se per i minori il decreto va interpretato come la serrata totale di un mese, due mesi, tre mesi (nessuno di noi sa quanto durerà), serrata che sarebbe totale solo e soltanto per i minori. È un problema che esiste: se si esce 5 minuti con il proprio figlio, succede che qualcuno pensa che tu stia infrangendo regole, persone segnalano, altri urlano, altri fotografano, perché questo è il clima adesso. Non più tardi di ieri è toccato ad un ragazzo con disabilità ed alla sua famiglia subire la gogna dei social perché si era affacciato sulla piazza. Qualcosa non va e ci va posto rimedio” dicono i firmatari dell’appello

ASCOLTA IL PODCAST

1 commento

  1. Buongiorno trovo assurdo paragonare dei figli (eventuali portatori di covid 19) ai cani per le passeggiatine sotto casa in questo periodo altamente a rischio e con ospedali in assoluta necessità di far entrare il minor numero possibile di persone per evidenti esigenze.
    Forse i tanto citati articoli unicef in modo fuori luogo andrebbero usati meno faziosamente.
    Se qualcuno vuol fare della stupida politica in un periodo così sarebbe bene che scrivesse meno e giocasse di più con i figli; chi evidentemente ha tempo (beato lui) scrive sui social anche, scusatemi il termine , cavolate.
    Gli ospedali sono quasi pieni, presidi sanitari per la protezione individuale adeguati sono o scarsi o nulli.
    ogni giorno ci sono nuovi casi nonostante le giuste restrizioni e qualcuno si propone di esporre i figli ad un eventuale contagio e fonte di contagio.
    Mi aspettavo sinceramente una raccolta firme per far avere giusti presidi di protezione individuale (dpi) sicuramente per gli operatori sanitari ed anche per la popolazione.
    Non siete indignati per l’incetta arraffona delle mascherine e dell’alcool od amuchina che c’è stata? ,eppure nessuno ha fatto petizioni per limitare la vendita con oculata distribuzione per singola famiglia.
    Credo che chi ha tempo fa quello che può, ma consiglierei (anche se non sono uno che ne dà solitamente) di occuparsi di cose più necessarie.
    Se vuoi uscire assumiti la responsabilità di ciò che fai ma proprio per il diritto dei bambini a non ammalarsi né di far ammalare i nonni, state a casa.
    Se avete il ruzzo (fazioso) chiamate un amico infermiere, medico che potrà dire in faccia le cose senza fare pubblicità.
    Farsi pubblicità negativa (pur sempre pubblicità) chiedendo dei diritti fuoriluogo al capolista pd è assurdo, specie se chi li chiede ed ha raccolto firme è gravitato alle ultime elezioni pratesi proprio nella lista di biffoni.
    Mi scuso per lo sfogo ma in questo i firmatari hanno raggiunto uno scopo… quello di far reagire chi normalmente non scrive ma fa.
    Buongiorno.

I commenti sono chiusi.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)