Piombino, slitta piano industriale JWS. CGIL: “siamo preoccupati”

Piombino

Piombino, slitta piano industriale JWS. CGIL: “siamo preoccupati”
Podcast

 
 
00:00 / 00:05:24
 
1X
 

Intervista con CLAUDIO GUGGIARI, segreteria regionale della CGIL, che dice: “c’era un accordo di programma che prevedeva accordi su laminatoi e depuratori che non viene rispettato, chiediamo chiarezza. Anche dal Governo”

Nessuna novità al tavolo del Mise sulle acciaierie di Piombino (Livorno): secondo quanto emerso Jsw Steel Italy ha ribadito la propria volontà di investire sul complesso siderurgico toscano, ma non ha presentato il proprio piano industriale, dopo la richiesta di una proroga di quattro mesi formulata nel gennaio scorso.
“Jsw – afferma il sindaco di Piombino Francesco Ferrari – ha ripetuto la storiella che racconta ormai dal luglio 2018. L’azienda dice di voler investire ma non è chiaro quando e in che termini. Se davvero vogliamo che Piombino abbia un futuro, tutti i soggetti dovranno prendersi degli impegni seri e contribuire a redigere un nuovo accordo complessivo: serve un patto per Piombino” in linea coi principi del ‘Green deal’.

“Su Piombino e sul suo futuro il Governo deve metterci la faccia” dice il  presidente
della Regione Toscana, Enrico Rossi, al termine della riunione al ministero dello Sviluppo economico.  “Sono molto preoccupato – ha aggiunto – per questa richiesta, per il mancato acquisto del forno elettrico e per i ritardi che si registrano su altri versanti, dalle
bonifiche agli investimenti preannunciati sui laminatoi, che ancora non vediamo partire”.

ASCOLTA L’INTERVISTA

avatar