Parigi, fermate due donne che in monopattino causarono morte Miriam

Parigi

Parigi, due giovani donne, sospettate di aver investito con uno monopattino elettrico, nel cuore della capitale francese, una ragazza toscana di 32 anni, che poi è morta per le ferite riportate, sono state arrestate e poste sotto custodia della polizia.

L’incidente era avvenuto poco dopo la mezzanotte del 14 giugno in una stradina pedonale lungo la Senna, dove erano radunate una cinquantina di persone. Tra loro, un’italiana di 32 anni, Miriam originaria di Capalbio ma residente a Parigi, che aveva appena raggiunto dei colleghi di lavoro e stava parlando con un’amica, prima di venire violentemente investita dal monopattino guidato da due ragazze, poi fuggite.

Miriam era finita a terra sbattendo violentemente la testa contro il marciapiede mentre le due in monopattino si davano alla fuga. A soccorrerla erano stati i sommozzatori della brigata fluviale che sorvegliavano il fiume in quella zona, che avevano tentato di rianimare la donna e chiamato i soccorsi, ma Miriam era in arresto cardiaco. Dopo 30 minuti di massaggio, il suo cuore è ripartito, ma i medici dell’ospedale in cui era stata trasportata, il Pitié-Salpetrière, si erano mostrati subito “molto pessimisti”.

In ospedale le condizioni erano diventate molto gravi, Miriam era morta il 16 giugno per le ferite riportate. Dieci giorni dopo l’incidente, le due donne sono state arrestate e prese in custodia con l’accusa di “omicidio colposo commesso da un conducente di autoveicolo a motore, aggravato dalla fuga”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments