Mer 24 Lug 2024

HomeToscanaCulturaNuovo Teatro di Fiesole, apre dopo circa vent'anni dalla posa della prima...

Nuovo Teatro di Fiesole, apre dopo circa vent’anni dalla posa della prima pietra

Fiesole si concluderà con l’inaugurazione ufficiale del 21 novembre con il concerto dell’Orchestra V. Galilei e Alexander Lonquich e poi, nei giorni successivi, con Edoardo Bennato, Glauco Mauri e Roberto Sturno, la lunga e travagliata gestazione del Nuovo Teatro di Fiesole.

La progettazione del Nuovo Teatro di Fiesole risale infatti al lontano 2001 con la posa della prima pietra avvenuta nel 2003, poi una serie di complicazioni, tipiche delle strutture pubbliche italiane come errori e fallimenti di imprese, hanno rallentato la costruzione fino a bloccarla definitivamente.

In podcast l’intervista alla sindaca di Fiesole Anna Ravoni, a cura di Gimmy Tranquillo.

L’ultima tappa del lungo processo, che aveva condannato il Teatro ad essere solo un involucro vuoto per un ventennio, arriva nel 2018 quando, quando l’Amministrazione Ravoni lancia un bando pubblico, controverso ma risolutivo, per affidare sia il completamento della costruzione sia la gestione per i prossimi cinquanta anni ad un soggetto esterno al Comune di Fiesole.

Dopo il primo bando andato deserto, si fa avanti la “Teatro di Fiesole Srl.”, frutto dell’intesa tra Essevuteatro New, AdArte Spettacoli, e Prg, che dopo aver completato la struttura degli arredi e degli impianti esterni la gestirà.

Articolato in più livelli, con camerini, ampio foyer e terrazza panoramica, il complesso ha come cuore lo spazio scenico con un palco che si apre su una sala di 300 posti, equamente divisi fra platea e galleria.

Il Nuovo Teatro di Fiesole è ora una struttura all’avanguardia disposta su cinque livelli, con 316 posti tra platea e galleria, una sala espositiva e ampie terrazze che si affacciano sulla valle.

Il progetto si caratterizza dall’uso di soluzioni acustiche innovative e complesse ideate per rispondere alle esigenze delle diverse anime del mondo dello spettacolo: in questo luogo sarà possibile passare da un’acustica naturale ad una con un tempo di riverbero fortemente controllato per le sorgenti amplificate, una sala moderna per idee e avanzate soluzioni progettuali.

Il Nuovo Teatro di Fiesole, progettato originariamente dall’allievo di Renzo Piano architetto Emilio Guazzone e completato poi dall’architetto Carlo Carbone, costruito in Largo Piero Farulli (ex Piazza del Mercato) in stretta relazione con il Teatro Romano, sarà inaugurato il prossimo 20 novembre alle ore 18 con un pre-opening con la proiezione del film “Dante” del regista Pupi Avati.

Il 21 novembre alle 21 salirà sul palcoscenico la Scuola di Musica di Fiesole che si esibirà con l’orchestra V. Galilei con Alexander Lonquich, pianista e direttore. Il 22 (ore 21) sarà la volta di Edoardo Bennato, il suo chitarrista Giuseppe Scarpato e il quartetto d’archi Flegreo e il 23 Glauco Mauri e Roberto Sturno porteranno il “Canto dell’Usignolo” a Fiesole, in collaborazione col Teatro della Pergola.

“Ci siamo impegnati al massimo per la realizzazione di un’autentica gemma nel panorama culturale del territorio metropolitano fiorentino – spiegano i responsabili Federico Babini, Claudio Bertini, Massimo Gramigni, Lorenzo Luzzetti e Giovanni Vernassa -. Abbiamo lavorato duramente per garantire alla comunità un luogo polifunzionale in grado di soddisfare molteplici esigenze e al tempo stesso garantire standard qualitativi di livello assoluto. Ci piace pensare che il nuovo teatro, moderno e all’avanguardia, dialoghi idealmente con quello romano a pochi passi di distanza, tra i più antichi del nostro paese”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)