Nisini: “In Toscana 115 milioni per nidi e scuole infanzia”

toscana

“Sono state pubblicate le graduatorie degli avvisi pubblici relativi ad asili nido e scuole dell’infanzia con i progetti di investimento che verranno finanziati con le risorse europee Next Generation EU, stanziate nell’ambito delle azioni per il potenziamento dei servizi
d’istruzione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr). Più di 115 milioni di euro sono destinati alla Toscana“.

Lo evidenzia il sottosegretario al Ministero del Lavoro e Politiche sociali, Tiziana Nisini specificando in particolare che in Toscana “per le seguenti province, ad Arezzo vanno circa 20.100.000 di euro, a Siena circa 8.400.000, a Grosseto circa 4.100.000, a Lucca circa 6.000.000”. Gli interventi saranno finalizzati alla costruzione di nuovi edifici o riconversione
degli esistenti, ampliamenti e messa in sicurezza, per la creazione di nuovi posti e in tutto verranno finanziati 74 asili nido e 14 scuole dell’infanzia.

“La pubblicazione delle graduatorie conclude la prima fase dell’azione del Pnrr per gli asili nido e le scuole e i servizi educativi per l’infanzia – conclude -. Assicurare l’istruzione, e la sua continuità, anche ai più piccoli è un segnale concreto di aiuto e attenzione per le nuove generazioni e per loro famiglie. Azioni mirate che contribuiscono al miglioramento delle nostre comunità”.

“Si tratta del più rilevante investimento sul sistema di educazione ed istruzione 0-6 realizzato grazie al lavoro e all’impegno del Governo Draghi e del Partito Democratico –
spiega la responsabile scuola del Pd toscano Stefania Lio – Un risultato che ci consente di avvicinare l’Italia all’obiettivo europeo del 33% relativo ai servizi per la prima infanzia,
colmando il divario oggi esistente sia per la fascia 0-3 che per la fascia 3-6 anni. Un risultato che forze politiche come Fratelli d’Italia non avrebbero mai raggiunto visto che hanno ripetutamente votato contro il Pnrr. Il nostro impegno come Pd è di riconoscere a tutte le bambine e a tutti i bambini il diritto all’educazione fin dalla nascita e garantire un percorso educativo unitario e adeguato alle caratteristiche e ai bisogni formativi di quella fascia d’età, anche grazie a spazi e ambienti di apprendimento innovativi e al contrasto dei divari sociali vecchi e nuovi, eliminandoli e prevenendoli sul nascere. La scuola è strumento di istruzione, di socializzazione e di emancipazione. La nostra proposta sulla scuola come motore del Paese parte da qui”.

Per Gabriele Toccafondi, deputato di Italia Viva: “Dal Pnrr sono in arrivo tre miliardi per le scuole dell’infanzia e gli asili nido e oltre 108 milioni integrati dal ministero dell’Istruzione: per la Toscana i fondi ammontano a 110 milioni. Questo è quello che aveva fatto il governo Draghi, mai nessuno nella storia d’Italia aveva destinato così tante risorse alla scuola. Da destra e da sinistra lo hanno affossato, quando capiranno l’errore sarà troppo tardi”. “Il dato politico – prosegue – è che ingenti risorse vanno finalmente a beneficio delle nostre scuole. Questa era ed è l’agenda Draghi, che i sovranisti di destra e i populisti di sinistra hanno cercato di cancellare. Non ci riusciranno: questo era il lavoro di Italia viva con la ministra Bonetti e questo sarà uno dei nostri impegni per la Toscana e l’Italia del futuro”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments