Nicola sta bene, domani dimesso. Pegaso d’oro a Sindaco Palazzuolo

Nicola
UFFICIO STAMPA SOCCORSO ALPINO E SPELEOLOGICO

Nicola Tanturli, il bambino di due anni  scomparso e ritrovato dopo 36 ore a Palazzuolo sul Senio, sarebbe in buone condizioni di salute, non avendo riportato alcun trauma di rilievo. Domani consegna del pegaso della Regione al sindaco Gian Piero Moschetti

Nicola sta bene, compatibilmente con quanto accaduto. Non ha riportato traumi di rilievo, e le sue condizioni cliniche sono buone. Un’altra buona notizia dopo le ore di angoscia vissute nella notte, ed il ritrovamento di questa mattina.

“Gli accertamenti eseguiti all’ospedale pediatrico Meyer sul bambino ritrovato nei boschi di Palazzuolo sul Senio hanno fornito risultati rassicuranti: il piccolo non ha riportato alcun trauma di rilievo e le sue condizioni generali sono buone. Il piccolo ha riposato e ha mangiato con appetito. Sarà trattenuto in osservazione in via precauzionale e le dimissioni sono previste nelle giornata di domani”. Così il bollettino dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze dove è stato portato il piccolo Nicola.

A quanto risulta Nicola Tanturli,  nella sua piccola odissea fra i boschi dell’Appennino era arrivato a un chilometro e mezzo circa dal primo centro abitato, Quadalto, una frazione di Palazzuolo sul Senio (Firenze). E’ qui, ai lati di una mulattiera che è stato ritrovato. Il bimbo, forse per la stanchezza, era finito giù tra la vegetazione, forse volendo imboccare un sentiero battuto. La strada, stretta e accidentata, corre fra il costone della montagna e un pendio scosceso e sassoso; dal basso è stato sentito emettere dei lamenti e dire ‘mamma’ da chi l’ha trovato. E’ la stessa strada percorsa dagli abitanti della valle di Campanara – un villaggio con edifici sparsi tra pascoli e boschi -, unico collegamento carrabile con il capoluogo dove si recano a fare scorte di generi di necessità.

Intanto la Regione Toscana consegnerà il Pegaso d’argento   al sindaco di Palazzuolo sul Senio, Gian Piero Moschetti, per il ritrovamento del piccolo Nicola. Lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, a margine della seduta del Consiglio regionale. “Siamo tutti con Nicola – ha detto Giani – con il carabiniere che lo tiene in collo e con tutti i volontari che si sono prodigati nella giornata di ieri, fino la più tarda nottata e stamani, ritrovando in una scarpata impervia questo bambino che, con il volto un po’ graffiato ma sereno, ci dà il senso di una bella storia a lieto fine, di cui siamo orgogliosi”. “Ma non possiamo fermarci qua”, ha aggiunto Giani. “Al sindaco Moschetti, protagonista di questa vicenda, domani consegneremo qua a Firenze per San Giovanni il Pegaso della Regione. A lui individualmente – ha spiegato Giani – ma soprattutto al movimento di volontari e alla comunità di Palazzuolo sul Senio che sia è stretta intorno alla famiglia per cercare il bambino con tutta la passione e la volontà del caso”.

La cerimonia di consegna del riconoscimento, si svolgerà domani, 24 giugno, alle 12 a Palazzo Strozzi Sacrati. “Voglio dire grazie – ha detto Giani – a tutti i soccorritori che in queste ore, lottando contro il tempo, hanno consentito il ritrovamento del piccolo. Il sindaco Moschetti rappresenta la comunità che in un grande sforzo si è impegnata per contribuire a questo meraviglioso lieto fine”. Giani ha poi detto che “il bambino vive nella comunità degli Elfi e noi abbiamo il dovere di saperne di più su questa comunità, che vive nella natura, e, soprattutto, vive nel territorio della nostra regione”.

“E’ stata la vittoria dello Stato, è stata la vittoria di una serie di persone competenti e di una più grande serie di persone volonterose. Un intero paese si è mosso, 500 persone erano sulla montagna su un’area di 4-5 km quadrati, si è mobilitato un paese intero, la squadra del cinghiale, il falegname, il fornaio, il parroco, l’ambientalista, il cuoco, c’erano tutti, ciò ha significato che abbiamo saturato l’area e questo alla fine ci ha portato il risultato sperato, è stata una vittoria cercata”. Questo quanto ha invece  detto il sindaco di Palazzuolo sul Senio (Firenze), Gian Piero Philip Moschetti.  “Una vittoria – ha aggiunto – in cui un attimo di fortuna ha favorito una squadra che si era fortemente impegnata e non si era mai fermata. La guardia di finanza insieme ai carabinieri all’1.30 di questa notte perlustravano ancora. Questa mattina alle 4.30 il centro mobile dei vigili del fuoco era aperto e distribuiva aree. Non ci ha fermato niente”.
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments