Mer 24 Lug 2024

HomeToscanaPoliticaNardella a Controradio: "Esodo verso IV un parolone. I sondaggi ci danno...

Nardella a Controradio: “Esodo verso IV un parolone. I sondaggi ci danno al 40%”

Logo Controradio
www.controradio.it
Nardella a Controradio: "Esodo verso IV un parolone. I sondaggi ci danno al 40%"
Loading
/

Dalla ‘fuga’ dei consiglieri verso Italia Viva allo stato di salute del Pd. Il sindaco di Firenze Dario Nardella, intervenuto a Controradio, ha parlato anche di politica. Lo ha fatto partendo dall’ingresso nel partito di Renzi di Mimma Dardano, che era stata la capolista della sua lista civica alle ultime amministrative.

“Dire che è in atto un esodo” dei consiglieri Pd verso Iv “mi pare un parolone. A me – dice Nardella – piace parlare di cose concrete. In questo ultimo anno dobbiamo terminare la linea della tramvia dalla Fortezza a piazza della Libertà, partire con lavori di Bagno a Ripoli, quella della linea numero 4 che riguarda San Donnino e Campi Bisenzio, stiamo andando avanti con la riqualificazione di molte aree pubbliche, pensiamo alla Manifattura Tabacchi. Alle elezioni di Firenze manca un anno, è tantissimo, è giusto fare un lavoro di squadra con la segreteria nazionale e quella regionale”.

Ancora Dario Nardella. “Dobbiamo vedere i risultati molto importanti delle elezioni amministrative ora a maggio. Si vota a Pisa, Massa, Siena, Campi Bisenzio e io sono abbastanza ottimista sul fatto che andremo bene”. Riguardo alla corsa al prossimo sindaco di Firenze. “Io darò il mio contributo, c’è tutto il tempo perché il Pd costruisca una percorso ordinato, chiaro, una coalizione che ci possa portare ad una candidatura” in grado di vincere. Di certo, ha precisato Nardella. “L’effetto Schlein ha portato a un aumento dei tesserati, a Firenze ce ne sono 700 in più. L’effetto Schlein influirà nella misura in cui è bene ed è giusto che la segreteria nazionale influisca sulle scelte dei candidati delle principali città italiane”.

Sul futuro dello stesso Nardella e sulle Europee. “Non dipende solo da me, le decisioni le deve prendere il Pd. Io sono a disposizione per tutto ciò che il Pd ritenga si debba fare, concepisco la politica come un servizio alla comunità”. Nel frattempo il sindaco vedrà “nei prossimi giorni a cena” i consiglieri comunali e la giunta fiorentina perché in questo ultimo anno di mandato è necessario “accelerare il ritmo, non ridurlo”.

Nardella poi ha citato alcuni sondaggi. “Il Pd è in grande salute, mi dicono di un sondaggio che ci vede al 40% per cui il Pd è più forte che mai. Il congresso è stato un elemento di ringiovanimento del nostro partito, io penso che ci siano tutte le condizioni per fare un ottimo lavoro”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)