Ven 1 Mar 2024

HomeCultura & SpettacoloMuseiMusei, Nardella: "Schmidt ha fatto fare a Firenze una figuraccia"

Musei, Nardella: “Schmidt ha fatto fare a Firenze una figuraccia”

Toscana, il sindaco della città di Firenze, Dario Nardella, ha commentato la posizione del direttore degli Uffizi Eike Schmidt,a proposito della questione musei e Natale.

A proposto della posizione di Eike Schmidt sul tenere chiusi i musei a Natale ha parlato anche Dario Nardella.

“Il direttore Eike Schmidt ha fatto fare a Firenze una figuraccia internazionale -dice il primo cittadino dela città- lasciando gli Uffizi chiusi per il ponte di Ognissanti quindi mi sembra un po’ strano che voglia dare lezioni sulle aperture e le chiusure dei musei”.

“Trovo che a Natale nel pomeriggio -prosegue il sindaco della città – le famiglie, così come sono libere di andare per vetrine, di andare a vedere il cinepanettone in una sala, o di andare al ristorante, debbano poter essere libere di godere di un po’ di cultura in un palazzo come Palazzo Vecchio, dove peraltro abbiamo anche esposto un bellissimo presepe rinascimentale”.

In conclusione il sindaco ha poi formulato i suoi auguri “in un momento natalizio che purtroppo viviamo con una guerra in Europa. Spero che si possa trascorrere queste giornate in serenità, sgombri da tante preoccupazioni, tanti pensieri, e soprattutto con le persone a cui si vuole bene, perché questo è ciò che conta”.

7 Commenti

  1. Mi sembra che questo commento, così tardivo, abbia altri scopi. Non so esattamente quali.
    Comunque il problema della apertura dei musei fiorentini si trascina da almeno 50anni, per quello che mi ricordo.
    Sarebbe bene risolvere il problema del personale.

  2. Il direttore degli Uffizzi oltre ad essere un buon amministratore oltreché ben preparato è una persona di buon senso, il Natale è fatto per passarlo in famiglia.

  3. Povero Nardella, il giorno di Natale è giusto difendere la famiglia e non i turisti che guarda caso, in altri Paesi, si adeguano alle chiusure. Io farei chiudere anche i negozi di Domenica, troppo facile far lavorare le persone e magari dare il lunedì libero, come se fosse uguale passare la giornata soli mentre la famiglia è a lavoro o a scuola. Oltretutto in mancanza di personale, denunciato da inizio anno dallo stesso direttore e per il quale nessuno fa niente. Se non ci fosse stato lui come direttore gli uffizzi sarebbero stati in grande decadenza, grazie Schmidt della tua professionalità e amore per una città che ha bisogno di persone che la amano e non di sindaci che si fanno vivi solo all’occorrenza (vedi Maggio Fiorentino).

  4. Certo, Schmidt ha fatto fare una figuraccia al provincialismo culturale di
    chi voleva gli uffizi aperti a Natale. Il paragone fatto da lui con la chiusura del Louvre, del Prado, della National Gallery di Londra ecc. e’ spiazzante per chi ragiona in termini comunali. E in ogni caso costringere centinaia di dipendenti degli Uffizi a non poter stare con la famiglia per Natale e’ squalificante. Lo hanno ostacolato fin
    dall inizio, per il semplice motivo che un tedesco non e’ integrabile nei corcuiti italiani dello scambio di favori. Diciamo che gia’ si scannano per la sua successione e che lui, alla fine del suo straordinario mandato, puo’ parlare in liberta’. Trovera’ sicuramente un ambiente miglore all’ estero.

  5. INVECE VOI? 😂😂😂😂😂🤡
    COME SEMPRE LA COLPA È SEMPRE DEGLI ALTRI!
    E POI FIRENZE NN SI. CHIAMA PIÙ FIRENZE……. MA FIRENZE KIEV! 😂😂😝

  6. come è possibile che un inetto assoluto come nardella si permetta di criticare un manager come schmidt, che può vantare risultati mai visti prima nella valorizzazione degli Uffizi? coraggio, i nardella e simili sono in via di estinzione con tutto il carrozzone che li accompagna. basta ancora un po’ di pazienza

I commenti sono chiusi.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"

UNA VITA TRA DUE RIVOLUZIONI.