Motorizzazione, Toccafondi “Sistema al collasso, continua la crociata del Governo contro Firenze”

Toccafondi

“La motorizzazione di Firenze-Prato è letteralmente al collasso. Il Governo lo riconosce ma le risposte come al solito non arrivano. Ed ecco che dopo la Tav, l’aeroporto, il sistema di tramvie, continua la crociata dei giallo verdi contro Firenze e la Toscana.” E’ il commento di Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino, alla risposta che il Governo ha dato alla sua interrogazione in merito alle forti carenze di personale nella Motorizzazione civile di Firenze e Prato.

“Tante competenze passano dalle motorizzazioni, il personale è sempre di meno e a rimetterci sono i cittadini. Revisioni, collaudi, libretti di circolazione, esami per patenti di ogni tipo ed esami di pratica patenti nelle scuole guida. Siamo arrivati ad un numero di dipendenti che non consente più di rispondere ai cittadini tanto che solo per gli esami pratici esterni il rapporto tra fogli rosa attivi ed esami assegnati oscilla intorno al 20-25%, con il rischio per chi ha il foglio rosa di non riuscire a fare l’esame. Le file delle persone agli sportelli la mattina non è degno di un Paese civile.”

“La motorizzazione di Firenze e Prato – spiega Toccafondi – risponde a oltre 1 milione di residenti e Firenze Città Metropolitana conta ben 720 auto ogni 1000 abitanti ed è la prima in Italia. E’ evidente che ci troviamo di fronte ad una situazione insostenibile e il Governo pensa di risolverla annunciando l’arrivo di 6 persone. Peccato che sia la stessa risposta che sta dando da un anno e che queste 6 persone non basteranno neppure a ripianare i pensionamenti di questi mesi. Quando hanno iniziato a governare parlavano di Cambiamento e hanno mantenuto la parola: si tratta di un grande cambiamento in peggio, per Firenze e per la Toscana”.

avatar