Morte Luana: asta d’arte, raccolti 33mila euro per il figlio della giovane

morte luana
Una foto tratta dal profilo Instagram di Luana D'Orazio +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++

Morte Luana d’Orazio: sono stati raccolti 33mila euro di fondi, da destinare al figlio della giovane lavoratrice, in un’asta di beneficenza svoltasi nel pomeriggio di ieri da Farsettiarte a Prato.

Circa 200 le opere d’arte contemporanea riunite per l’iniziativa grazie a una mobilitazione corale che ha coinvolto decine di artisti, l’Archivio Carlo Palli, Farsettiarte, le istituzioni e un gruppo di sponsor.
La somma, spiega un comunicato, potrà comunque aumentare nei prossimi giorni grazie ad altre offerte per le opere rimaste invendute. La Fondazione Opera Santa Rita, attraverso un conto corrente dedicato, devolverà i fondi raccolti interamente al bambino di Luana D’Orazio, la giovane donna rimasta uccisa nell’incidente sul lavoro del maggio scorso in una ditta tessile a Montemurlo (Prato). Carlo Palli e Leonardo Farsetti, che si sono impegnati per la riuscita di questa iniziativa, hanno dichiarato: “Era un’asta che metteva al primo posto la solidarietà e la raccolta di 33mila euro è per noi un bel risultato. Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno partecipato, le istituzioni che ci hanno sostenuto e gli sponsor che si sono dimostrati generosi”.
L’opera battuta al prezzo più elevato è stata il ”Libro d’artista” di Herman Nitsch. L’opera di Carla Veronese ”Morti bianche” del 2009, donata dall’artista, dal tema particolarmente vicino a quello dell’iniziativa, è stata venduta a 750 euro. Una ventina quelle battute oltre i 500 euro, la maggior parte è stata venduta fra i 100 e i 250 euro. All’iniziativa ha partecipato anche il sindaco di Montemurlo Simone Calamai. Carlo Palli, anima dell’iniziativa dedicata alla memoria di Luana, collezionista, mercante d’arte e gallerista tra i più conosciuti, aveva lanciato un appello al mondo dell’arte a cui hanno risposto in poche settimane decine di artisti, non solo dall’Italia. La mobilitazione ha coinvolto anche numerose imprese che hanno scelto di dare il loro sostegno.
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments