Morta Sofia, bimba simbolo del metodo Stamina

Sofia

Dopo anni di lotta contro una gravissima malattia rara, la leucodistrofia metacromatica, non ce l’ha fatta Sofia De Barros, la bimba simbolo della battaglia per l’accesso al metodo Stamina ideato da Davide Vannoni.

La piccola Sofia, che aveva effettuato delle infusioni secondo la metodica agli Spedali Civili di Brescia, si era ritrovata al centro di battaglie legali per riprenderle, prima che il metodo ricevesse parere negativo da due commissioni ministeriali,

La storia di Sofia aveva commosso gli italiani, anche tramite dei video mostrati in una nota trasmissione televisiva e  su Facebook, nei quali si mostravano quello che, agli occhi dei genitori, sembravano essere dei miglioramenti della piccola.

A darne notizia sono la mamma e il papà tramite i social network. Il comunicato sul profilo Facebook del padre, Guido De Barros (Guido Ponta):

” Ieri sera la nostra piccola straordinaria bambolina Sofia è volata in cielo direttamente dalle braccia di mamma e babbo. Ora per lei non esiste più dolore, c’è solo l’amore. Per chi volesse salutare insieme a noi la nostra bambina comunicheremo i dettagli della cerimonia non appena potremo. Grazie a tutti quelli che l’hanno amata e a tutti quelli che la ricorderanno nelle loro preghiere. Cate e Guido”.

Le condoglianze di Controradio a tutta alla famiglia di Sofia, ed in particolare al babbo Guido, più volte gradito ospite dei nostri studi.

Commenta la notizia

avatar