Dom 26 Mag 2024

HomeToscanaCronacaMinistro Bonisoli:"Via de' Neri? In effetti colpisce.."

Ministro Bonisoli:”Via de’ Neri? In effetti colpisce..”

“Mi fa piacere che il ministro dei Beni culturali noti questo aspetto, perché evidentemente c’è una sintonia nel rilevare i problemi e credo anche nell’affrontarli come stiamo cercando di fare noi”. Lo afferma Dario Nardella, sindaco di Firenze, commentando le parole del ministro

La strada è vicina a piazza della Signoria e consente di raggiungere l’area di Santa Croce.
Il ministro dei Beni e delle attività culturali Alberto Bonisoli ha visitato oggi la mostra ‘L’acqua microscopio della natura. Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci’ in corso agli Uffizi. Ad accoglierlo il direttore degli Uffizi Eike Schmidt e il curatore Paolo Galluzzi, direttore del Museo Galileo.

“Oggi sono passato, ho visto via dei Neri, dove ci sono tutti i panini eccetera, in effetti colpisce…”. Bonisoli ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se ritenesse il capoluogo toscano degradato a causa della massiccia presenza di turisti, come evidenziato dal sottosegretario Gianluca Vacca in risposta a una interrogazione parlamentare.

Secondo il ministro, interpellato su cosa l’Europa possa dire o fare per aiutare nella gestione dei flussi turistici, “quello penso sia un problema più che altro nostro, che dobbiamo risolvere da noi e sono d’accordo su una cosa: deve essere qualcosa dove le città giocano un ruolo importante. Dobbiamo essere fieri di essere in Europa e lavorare affinché la sua cultura vada in una direzione di pluralità”.

“Da Roma – conclude – possiamo aiutare, magari possiamo dare qualche suggerimento, possiamo anche mettere in gioco risorse, questo senz’altro, ma poi sono scelte che vanno fatte dai cittadini che vivono in una città”.

Il sindaco Dario Nardella ha ribadito “l’impegno che noi stiamo portando avanti proprio da quest’estate – su via De’ Neri – attraverso la mia ordinanza, perché ci sia più rispetto per i nostri centri storici, e ci sia da parte soprattutto dei visitatori oltre che degli stessi cittadini una cura particolare per i luoghi pubblici. Vietare di mangiaree bere seduti sul marciapiede  credo che sia semplicemente un fatto di buon senso, di civiltà”.

Nell’incontro non si è parlato di infrastrutture. “Il ministro – ha spiegato Nardella – credo conosca la mia posizione, la posizione della città di Firenze, che è quella di andare avanti sulla realizzazione di opere infrastrutturali fondamentali come l’aeroporto, la nuova pista e il sottoattraversamento”.

Il Mibac a dicembre 2017 “ha già dato il via libera alla nuova pista dell’aeroporto – ha concluso il sindaco – attraverso la valutazione di impatto ambientale, e quindi credo che quel passaggio sia ormai già concluso”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)