Mattarella visita Meyer: “L’ospedale è punto di riferimento per Paese”

“E’ emozionante essere qui, questa visita mi ha coinvolto, rendere omaggio ai bambini, ai familiari e agli operatori dell’ospedale Meyer è cosa che desideravo fare”.

Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella parlando della sua visita nell’ospedale pediatrico fiorentino al personale e alle famiglie dei pazienti. “Io posso soltanto ringraziare molto coloro che lavorano per il Meyer, per quel che fanno, li ringrazio per come contribuiscono a mettere al centro il bambino paziente, in un ospedale dove si accoglie in maniera particolarmente serena, dove i bambini sono al centro di uno sforzo comune, nelle cure, nell’assistenza, nelle terapie”.

Il presidente della Repubblica ha sottolineato che “il Meyer è un punto di riferimento nel Paese e un punto di eccellenza internazionale”, sottolineando l’importanza che l’ospedale pediatrico di Firenze ha negli scambi medico sanitari con tutto il mondo in termini di ricerca e cura.

Mattarella dopo questo saluto si è avvicinato alle persone che lo stavano ascoltando e ha salutato diverse famiglie con i loro bambini, i medici, gli infermieri, il personale sanitario, poi, tra gli applausi si è spostato in un altra sala dove gli è stato illustrato un plastico in cui si vedono i progetti futuri di ampliamento dell’ospedale, tra cui, un nuovo campus, il Parco della Salute con gli ambulatori del day service, e un centro di accoglienza delle famiglie degli utenti.

E’ la seconda volta che un presidente della Repubblica visita il Meyer, in precedenze viene ricordata quella di Sandro Pertini nel 1984.

“Una visita che ci ha riempito di gioia e di orgoglio: il presidente della Repubblica ha apprezzato la mostra e soprattutto il nostro lavoro, che, come ci ha detto, fa bene alla comunità”. Lo ha detto il presidente di Montedomini Luigi Paccosi dopo la visita che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto stamattina alla mostra fotografica ‘Soli mai: due anni di gratuità’ in Palazzo Vecchio. Mattarella era in visita a Firenze per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’ateneo fiorentino.

La mostra, che racconta le relazioni nate tra alcuni anziani di Firenze e i volontari che trascorrono del tempo con loro, resterà aperta fino al 7 dicembre nel cortile di Michelozzo di Palazzo Vecchio.

“Abbiamo presentato il nostro lavoro sul territorio – ha aggiunto Paccosi – e il progetto che in questi due anni è cresciuto e si è rafforzato, come le relazioni tra i volontari e gli anziani, creando una vera e propria rete di protezione contro la solitudine. Il presidente – conclude Paccosi – si è complimentato per il nostro lavoro e ci ha spronato a fare sempre meglio per il bene della comunità.”

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments