Scandicci: Mattarella richiama magistrati alla sobrietà nei comportamenti

Mattarella

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto oggi a Scandicci (Firenze), alla cerimonia di inaugurazione dei corsi di formazione della Scuola Superiore della Magistratura per l’anno 2019. Presenti anche il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, David Ermini e il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. Tra le autorità locali il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e i sindaci di Scandicci e di Firenze, Sandro Fallani e Dario Nardella.Mattarella

La formazione professionale dei magistrati “non può prescindere da un profondo rispetto della deontologia professionale e da sobrietà dei comportamenti”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia d’inaugurazione dei corsi di formazione della Scuola superiore della magistratura per l’anno 2019 a Scandicci (Firenze).
Il Capo dello Stato ha ricordato, inoltre, che “la deontologia e la rigorosa professionalità” contraddistinguono “il buon magistrato”.

Ha osservato Mattarella: “Se la qualificazione professionale costituisce lo strumento che per primo caratterizza la magistratura nell’esercizio della sua fondamentale funzione, questa
non può prescindere, anche a garanzia dell’imparzialità, da un profondo rispetto della deontologia professionale, e da sobrietà nei comportamenti”.

“La magistratura non deve mai farsi” prendere dalla “suggestione che puo’ essere alimentata dal clamore mediatico. Le sue decisioni non devono rispondere alla opinione corrente o alla corrente di opinione, ma soltanto alla legge”. Ha aggiunto il presidente della Repubblica. L’opera dei magistrati “non deve essere condizionata da spinte emotive evocate da un presunto, indistinto sentimento popolareaggiunge- che condurrebbe la giustizia su sentieri ondeggianti e lontani dalle regole del diritto. Anche per questa ragione la nostra magistratura non e’ composta da pubblici ministeri o giudici elettivi e, aggiungo, neppure da pubblici ministeri o giudici con l’obiettivo di essere eletti”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments