Neve in Toscana, paesi senza luce e alberi caduti. Prorogato stato vigilanza

Garfagnana

Ancora neve e ancora disagi in Toscana, dove le precipitazioni nevose hanno raggiunto anche rilievi più bassi, collinari, sopra i 200 metri, oltre alle montagne dell’Appennino.

Così, stamani, insieme a un netto calo delle temperature, ci sono state nevicate sui colli intorno a Firenze. Imbiancato in modo visibile Monte Morello a nord della città.

Neve anche in Mugello, Chianti, Valdarno. Disagi importanti sono segnalati sulla Montagna Pistoiese dove nevica ancora, dopo i giorni scorsi.

Alcune frazioni sono di nuovo senza corrente elettrica. “Ogni frazione collinare sopra i 400 metri – spiega Alessio Bartolomei, assessore alla Protezione civile del Comune di Pistoia – è invasa dalla neve.

Ci sono anche situazioni critiche con cittadini isolati e addirittura di nuovo senza corrente elettrica nella zona di Piastre, Cassarese e Casamarconi. Decine gli alberi caduti lungo
le strade.

La protezione civile è in azione da stamattina per cercare di liberare le strade ovunque sia possibile. Si raccomanda la prudenza a chiunque abbia assoluta necessità di
muoversi”.

A causa della caduta in strada di alberi appesantiti dalle nevicate l’Anas ha chiuso provvisoriamente al traffico la statale 66 “Pistoiese”, in entrambe le direzioni, per circa 27 km, tra i km 67.600 e 40.400. Sul posto intervengono i vigili del Fuoco, la Protezione
Civile, la polizia municipale e le squadre Anas per liberare le carreggiate e gestire la viabilità.

In Versilia, in tarda mattinata, una grandinata si è abbattuta a livello del mare da Viareggio, a Marina di Pietrasanta, a Forte dei Marmi (Lucca). Inoltre, nevicate ci sono state nella notte in Alta Versilia, sulle Apuane e sulle colline più alte dell’entroterra versiliese con formazione di ghiaccio sulle strade.

La Sala operativa della Protezione civile regionale ha prorogato lo stato di vigilanza fino alla giornata di domani.

In particolare si prevedono fino al tardo pomeriggio di oggi precipitazioni sparse, più frequenti e insistenti sulle zone centro-settentrionali, forti raffiche di vento sulla costa e sui crinali, mari molto mossi a nord dell’Elba e possibili nevicate a quote collinari fino al tardo pomeriggio ,nelle zone interne e fino ai fondovalle della Garfagnana e dell’alto Mugello, in cessazione in serata.

Nelle prime ore di domani possibile formazione di ghiaccio.

Le imprese agricole che hanno subito danni alle produzioni a causa dell’ultimo evento climatico che ha colpito alcune zone delle province di Massa Carrara, Pistoia e Lucca nei prossimi giorni potranno accedere al sistema Artea per segnalare i danni.

La segnalazione dovrà essere effettuata entro il 31 gennaio 2021 sul sito www.artea.toscana.it.

Lo fa sapere la vicepresidente della Regione Toscana e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi che annuncia anche che in queste ore sta lavorando insieme agli uffici competenti dell’assessorato e del Ministero dell’agricoltura per individuare risorse che potranno andare a sostegno delle imprese danneggiate dal maltempo.

”Ci siamo attivati subito con il Ministero dell’agricoltura – spiega la vicepresidente Saccardi – per individuare risorse che sono già nelle nostre casse ma che potremmo destinare alle imprese colpite dal maltempo che in questi ultimi giorni ha messo a dura prova un sistema già pesantemente colpito dall’emergenza sanitaria”.

“Vogliamo venire incontro soprattutto alle piccole imprese delle aree montane e collinari – conclude la vicepresidente Saccardi -, la cui presenza è essenziale per garantire il presidio di un territorio sempre più fragile e soggetto ad eventi che si stanno ripetendo con sempre maggiore frequenza”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments