Mallegni (FI): mettere in quarantena i cinesi che tornano in Toscana

In una nota il senatore di Forza Italia, Massimo Mallegni: “Rossi avrebbe dovuto imporre, visto che ne ha potere, la quarantena obbligatoria per chi rientra dalla Cina. E solo dopo consentire il ritorno alle loro case e alla vita normale”.

“L’arrivo dei 2.500 cinesi di rientro dalla Cina in Toscana espone la nostra regione ad un rischio altissimo. Mi auguro che il Governatore Rossi, e così il suo staff, abbiamo valutato attentamente il momento di inevitabile apprensione che la comunità toscana sta vivendo in queste settimane”: così, in una nota il senatore di Forza Italia, Massimo Mallegni sui cinesi in rientro in Toscana dopo le vacanze per il loro Capodanno affermando che “Rossi avrebbe dovuto imporre, visto che ne ha potere, la quarantena obbligatoria per chi rientra dalla Cina. E solo dopo consentire il ritorno alle loro case e alla vita normale”.
Mallegni sostiene di aver ricevuto decine e decine di telefonate e messaggi di cittadini preoccupati ed intimoriti dalla possibilità che il coronavirus possa arrivare anche nella nostra regione. “Condivido il messaggio di evitare psicosi ed allarmismo in questa fase ed almeno fino a che non ci saranno elementi certi su contagi ed eventuali contromisure – aggiunge -. Ma condivido anche il fatto che, in questa fase, l’attenzione debba essere massima anche se significa fare qualche sacrificio.
Siamo di fronte ad una minaccia di cui si conosce solo il nome ma non ancora i reali effetti sulla popolazione. Credo che la quarantena obbligatoria sia misura necessaria ed anche comprensibile. Il Governatore sta esponendo la nostra regione ad un rischio altissimo”.

0 0 vote
Article Rating
guest
1 Comment
vecchi
nuovi i più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio
Fabio
5 mesi fa

Credo che i presidente Rossi che permette a 2500 cinesi di tornare in Italia senza quarantena sia completamente impazzito.
Non si capisce come mai quando facciamo rientrare qualche italiano lo isoliamo, anche se sano, mentre in questo caso non si utilizza nessuna forma di precauzione