Dom 21 Lug 2024

HomeToscanaCronacaLivorno: omofobia in spiaggia, la denuncia di una coppia

Livorno: omofobia in spiaggia, la denuncia di una coppia

Bullismo, offese, derisioni e prese in giro: questo è quello che hanno subito durante le loro vacanze a Chioma, sul litorale di Rosignano Marittimo (Livorno), l’imprenditore lucchese Sendi Severini e l’operatore commerciale Jonathan Giaconi, una coppia che voleva trascorrere serenamente l’estate sulle spiagge toscane e che invece si è ritrovata catapultata in un incubo.

Nella lettera, scritta dall’imprenditore lucchese a La Nazione per sensibilizzare l’opinione pubblica in seguito a quanto successo a Rosignano Marittimo (Livorno), si legge: “Sono un uomo di 48 anni e sono stato vittima di bullismo insieme al mio compagno. È successo nel condominio e nell’attiguo stabilimento balneare”. “Siamo stati derisi, indicati, presi in giro per tutta l’estate e nell’ultimo episodio”, sabato scorso, “ci hanno detto che non abbiamo un comportamento decoroso in pubblico e che non possiamo passare davanti alla gente tenendoci per la mano e dandoci un bacio perché dà fastidio”.

“Uno dei condomini del residence mi ha detto che ci sono lamentele per il mio comportamento e una moltitudine di lettere di più condomini e clienti dello stabilimento balneare” prosegue aggiungendo: “Siamo sinceramente addolorati per questa situazione e pensiamo di agire per vie legali perché credo che siano state lese la nostra onorabilità e la nostra dignità di esseri umani”.

La società che gestisce lo stabilimento balneare ha espresso solidarietà alla coppia e anche il sindaco di Rosignano Daniele Donati ha condannato l’episodio definendolo “anacronistico”: “La Toscana è terra di diritti così come il comune di Rosignano. Se la coppia lo vorrà sarò lieto di celebrarne l’unione civile”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)