“Le copertine Facebook d’autore di Controradio”

Copertine
Ricostruire con la musica

Ogni settimana, per un mese, una nuova immagine sulla pagina Facebook di Controradio, curata da un artista, un designer, un graphic novellist, uno street artist.

Gli originali verranno poi stampati in tiratura limitata e messi all’asta per finanziare Controradio. Questo è questo il progetto “Le copertine Facebook d’autore di Controradio”.


“Disegnare è un modo di esprimersi – dice l’Architetto fiorentino Tommaso Bertini, il primo artista del progetto “Le copertine Facebook di Controradio” – In questo periodo il tempo non è mancato, e quindi sicuramente abbiamo avuto tutti più modo di pensare a quello che stava succedendo intorno e anche a quello che stava succedendo a noi stessi. E quindi il disegno poi alla fine un atto di sintesi, un momento che uno congela e trasforma e traduce in immagine”.
Tommaso Bertini Nasce a Firenze nell’agosto del 59, disegna da sempre. Svolge la professione di Architetto e dal 1986 collabora con la facoltà di Architettura di Firenze dove ha conseguito un dottorato in progettazione architettonica. Recentemente ha esposto a Martha’s Vineyard una personale di dipinti ‘time of our life” e da oltre vent’anni manda avanti un progetto con la moglie Dafne e l’amico Roberto, “buzzicalendar”, una storia che parla di amicizia e cucina. L’intervista di Raffaele Palumbo:

 

Back to Normality
1° Maggio
1° Maggio
Autocertificati!
Copertine
Is There Anybody Out There?
Come stai?

Per il mese di giugno è la volta di Giulio Picchi. Che parte con una personalissima interpretazione delle Frecce Tricolori, per la festa del 02 giugno. Artista autodidatta, esplora il disegno fin da piccolo affidandosi ai colori e al tratto di matita per interpretare il mondo. Una passione che piano piano si intreccia con il percorso del padre Fabio e che li porta a collaborare per la gestione del Cibrèo e del Teatro del Sale, dove la trasformazione della materia, la ricerca del bello e di nuovi linguaggi sono parte di un’unica tensione. Giulio sperimenta una tecnica mista alternando il disegno a mano con la grafica digitale e dando vita a uno stile nuovo dove le figure si liberano su sfondi piatti a tinta unita, rilasciando un’atmosfera atemporale, surreale e intima.Sempre più spesso le sue opere viaggiano: nel 2014, su segnalazione del grande clown svizzero Dimitri e di sua moglie Gunda, è stato invitato a partecipare ad una mostra curata da Micaela Grunder nella galleria svizzera Kunst-und KulturZentrum Littau-Luzern. Nel 2015, ha disegnato le copertine della rivista ‘Nuovi Argomenti’ edita da Mondadori e tuttora collabora con diverse realtà e aziende per progetti di grafica e illustrazione. L’intervista di Raffaele Palumbo:

copertine
Frecce tricolori
Ricostruire con la musica
avatar