Incidente stradale: muore con la moglie Andrea Bresci, presidente Amici museo Bartali

Andrea Bresci e la moglie Gabriella Massini, hanno perso la vita in uno spaventoso incidente stradale  questa mattina sulla montagna pistoiese. Profondo e sentito cordoglio da parte dell’intero movimento ciclistico nazionale.

Un’auto con i nonni e il nipotino di 11 anni si è schiantata contro il muro di un’abitazione lungo via Nazionale a San Marcello Pistoiese, in località Borghetto di Pracchia. La coppia di pensionati fiorentini, Andrea Bresci, 75 anni, e la moglie, Gabriella Massini, 74 anni, non c’è stato niente da fare: sono morti sul colpo. Il bambino invece è rimasto ferito grave ed è stato trasportato in elicottero all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze: è in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita.
L’ipotesi più probabile è che Bresci, che si trovava alla guida, abbia perso il controllo della sua Fiat Bravo a causa di un malore. I tre si stavano recando in vacanza sulla montagna pistoiese.
Secondo la ricostruzione dell’incidente effettuata dai carabinieri, giunti sul posto insieme ai sanitari del 118 e ai vigili del fuoco, l’auto su cui viaggiavano i nonni e il nipote, una volta oltrepassato il piccolo ponte al centro del paese, ha improvvisamente deviato percorso, finendo nell’altra corsia di marcia e schiantata contro il muro di un’abitazione. Nonostante i tentativi del personale sanitario
del 118, l’uomo e la donna sono deceduti sul posto. Bresci era una persona conosciuta a Firenze: era il presidente dell’associazione Amici del museo Gino Bartali di Ponte a Ema. Per tanti anni era stato presidente dell’Aquila di Ponte a Ema storica società fiorentina fondata nel 1927 dove aveva corso da giovane anche Bartali.

“A causa di un incidente stradale ci ha lasciato Andrea Bresci, instancabile presidente dell’associazione Amici del museo Gino Bartali di Ponte a Ema. Con lui ha perso la vita la moglie. Ci mancheranno il suo entusiasmo e la sua passione nei confronti del ciclismo e l’attività di sprone continuo nei confronti dell’amministrazione a favore del museo al quale era molto legato”. Lo afferma l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi appresa la notizia della morte di Bresci.

“Il Comune – continua Sacchi – continuerà la sua attività di valorizzazione del museo Bartali anche in sua vece. Alla famiglia giungano le condoglianze mie personali, della Direzione cultura e del Servizio musei”.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments