Mar 23 Apr 2024

HomeToscanaCronacaInchiesta Medicina, Cassazione rigetta ricorso su ex dg del Meyer

Inchiesta Medicina, Cassazione rigetta ricorso su ex dg del Meyer

Inchiesta medicina – La Corte di Cassazione ha rigettato la richiesta della procura di Firenze di interdire per un anno dalle funzioni Alberto Zanobini, ex direttore generale dell’ospedale pediatrico Meyer, coinvolto nell’inchiesta su presunti concorsi pilotati alla facoltà di Medicina a Firenze.

“Il ricorso è inammissibile”, hanno deciso gli ermellini. Zanobini aveva finito di scontare il 3 luglio scorso tre mesi di sospensione dal servizio, la misura cautelare che il tribunale del Riesame gli aveva inflitto, confermando la decisione del gip di Firenze.

I reati ipotizzati, a vario titolo, nell’inchiesta sono corruzione, abuso d’ufficio e associazione per delinquere e ruotano attorno alla presunta gestione illecita di concorsi per professore universitario. Nelle indagini, nel maggio 2022, la procura aveva anche chiesto l’interdizione di un anno per l’allora dg dell’ospedale pediatrico Meyer. Il gip Antonio Pezzuti aveva disposto una sospensione ma di ‘soli’ tre mesi, ritenendo sussistenti gravi indizi di colpevolezza per i reati di abuso di ufficio e corruzione ma non per l’associazione per delinquere.

Contro questo provvedimento la procura aveva fatto appello al Riesame che però ha confermato la decisione di primo grado con la stessa motivazione. Allora il procuratore aggiunto Luca Tescaroli e il pm Antonio Nastasi hanno impugnato l’ordinanza del riesame in Cassazione. Ma la Suprema corte ha respinto il ricorso.

Intanto per l’ex dg e altre 32 persone, tra docenti universitari ed ex vertici dell’ateneo fiorentino e dell’azienda ospedaliera di Careggi, il procedimento penale va avanti. L’udienza preliminare è fissata il 12 dicembre.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"