Incendio Monte Serra: Regione Toscana firma stato di emergenza

“Oggi firmeremo il decreto di stato d’emergenza regionale con 200 mila euro e dopo avere domato l’incendio e spento tutti i fuochi, dobbiamo programmare gli interventi di bonifica che sono importantissimi”. Lo afferma il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, nel corso di una conferenza stampa a Calci (Pisa).

Il governatore prospetta un “piano di bonifica” da mettere a punto coi sindaci del territorio pisano. E annuncia: “Se ci sara’ bisogno porteremo altri finanziamenti per mettere a posto le cose”. Al momento, evidenzia, “non sappiamo fare una valutazione dei danni ne’ se possiamo chiedere il riconoscimento dello stato d’emergenza nazionale”.

“Bisogna domare o contenere velocemente l’incendio perché dal pomeriggio, dalle ore 17.00, le previsioni meteo prevedono un’intensificazione della velocità del vento, dagli attuali 16 km/h circa a 25 km/h con raffiche fino a 50 km/h”. Sottolinea il presidente della Toscana.

“Le origini sono sempre un po’ dolose. È molto raro che ci siano incendi che cominciano del tutto improvvisamente. Per di piu’ veniamo da un’estate nella quale non possiamo dire che non sia piovuto”. Ha aggiunto Rossi. I sospetti sono in primo luogo coltivati dal sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti. Per il governatore saranno le investigazioni a fare chiarezza sul punto. Stamani anche il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, e’ intervenuto con un comunicato su quanto sta accadendo sul monte Serra. Adesso si trova in Canada. Rossi confida di potersi mettere al piu’ presto in contatto. E attende da Roma un segnale: “Sara’ importante che anche il governo nazionale spinga per accertare la responsabilita’ dell’incendio con indagini approfondite, che sono certo verranno svolte dalle forze dell’ordine”.

avatar