Gimbe, peggioramento della pandemia Covid in Toscana, nuovi casi +44,4% settimanali, con balzi record dell’82% e 81% nelle province di Prato e Pistoia

Coronavirus

Firenze, la Fondazione Gimbe, nella settimana 21-27 settembre, registra una performance in peggioramento della pandemia Covid nella regione Toscana, per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (2262), ed evidenzia un aumento dei nuovi casi (44,4%) rispetto alla settimana precedente. Sotto media nazionale invece i posti letto in area medica (3,7%) e in terapia intensiva (0,7%) occupati da pazienti Covid.

Così il report settimanale della Fondazione Gimbe in cui si indica pure che Prato e Pistoia sono le due province dove si registra l’incremento maggiore dei nuovi casi per 100.000 abitanti nella settimana presa a riferimento: Arezzo 312 (+36,1% rispetto alla settimana precedente); Siena 250 (+50,7%); Pistoia 237 (+81,1%); Massa Carrara 236 (+34,1%); Livorno 234 (+42,7%); Pisa 229 (+44,6%); Lucca 222 (+44%); Grosseto 209 (+5,6%); Firenze 182 (+45,8%); Prato 165 (+82,2% rispetto alla settimana precedente).

Sui vaccini, Gimbe riporta che in Toscana il tasso di copertura vaccinale con quarta dose è del 20,4% (media Italia 17%). Inoltre la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari al 7,7% (media Italia 10%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da Covid da meno di 180 giorni, pari al 1,5%, mentre la percentuale di popolazione over 5 anni che non ha ricevuto la terza dose di vaccino è pari a 12,4% (media Italia 11,2%) a cui aggiungere la popolazione over 5 anni guarita da meno di 120 giorni, che non può ricevere la terza dose nell’immediato, pari al 4,2%.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments