Sab 20 Lug 2024

HomeToscanaCovid-19Giani: appello a genitori per vaccino bambini

Giani: appello a genitori per vaccino bambini

Logo Controradio
www.controradio.it
Giani: appello a genitori per vaccino bambini
Loading
/

‘Il dosaggio è minore, non vi sono ormai controindicazioni: a livello internazionale c’è uniformità sul fatto che tutto questo non faccia altro che bene ai bimbi”: lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani presentando la campagna vaccinale per i bambini tra 1 5 e gli 11 anni.

“Questo vaccino è sicuro: la scienza ce lo ha dimostrato, abbiamo visto che anche a livello internazionale c’è uniformità sul fatto che tutto questo non faccia altro che bene ai bimbi, e contemporaneamente insieme a loro si va a tutelare quella che è la vita della comunità” lo ha detto il presidente della regione toscana, Eugenio Giani presentando la campagna vaccinale per i bambini tra 1 5 e gli 11 anni.

Giani rivolge “un appello fondamentale” ai genitori per la vaccinazione ai bimbi  “perché -dice- noi sappiamo quello che può essere il meccanismo psicologico quando si parla dei nostri bambini”

Secondo Giani “non vi sono ormai controindicazioni  perché il dosaggio è naturalmente minore” rispetto agli adulti”.

Come Regione Toscana, ha poi detto Giani, “siamo fra i primi, e sentiamo di doverlo fare perché è evidente che tutto questo previene un ulteriore diffusione del contagio. A noi in Toscana mancano 600mila persone” da vaccinare e “con i bambini andiamo a poterne vaccinare altre 210mila”.

Giani ha poi spiegato che negli hub saranno organizzati spazi dedicati ai bambini. “Domenica mattina – ha detto – ero al Mandela forum e abbiamo visionato lo spazio al primo piano, uno spazio autonomo dagli altri, che avrà immagini, foto e disegni messi alle pareti in modo che i bambini posano entrare in un ambiente che sentiranno confortevole”.

“Stiamo predisponendo tutto con grande attenzione alla sicurezza di tutti i bambini e in modo particolare di quelli fragili – ha spiegato il presidente della Toscana, Eugenio Giani -. Abbiamo chiesto alle aziende di predisporre ogni nodo della rete affinché siano garantiti ambienti accoglienti e confortevoli per i piccoli e una specifica formazione per gli operatori sanitari. Per le somministrazioni ci avvarremo anche del prezioso contributo dei pediatri e dei medici di famiglia che lo faranno nei loro studi. Vaccinarsi in sicurezza si può e si deve, fin da piccoli”.

Le prime 97.000 dosi in arrivo, ha spiegato la Regione, saranno distribuite in maniera proporzionale alle aziende sanitarie e su tutto il territorio regionale. “Grazie all’esperienza della rete pediatrica regionale – ha detto l’assessore regionale al diritto alla salute, Simone Bezzini – e della vaccinazione capillare garantite anche dai pediatri di famiglia e dai medici di medicina generale, e grazie anche alla dimostrata capacità dei nostri hub, siamo in grado di avviare velocemente questa nuova fase della campagna vaccinale, in modo da proteggere anche i più piccoli. Le Asl individueranno i luoghi dedicati alla vaccinazione pediatrica presso gli hub territoriali già in funzione o presso altre strutture appositamente scelte e i medici e i pediatri utilizzeranno i loro studi”

. Per quanto riguarda i bambini estremamente vulnerabili sarà istituita una rete vaccinale dedicata che fa riferimento alla rete pediatrica regionale ed è coordinata dall’ospedale Meyer. I bambini fragili saranno chiamati direttamente dai centri che li hanno in cura.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)