Germania condannata a risarcire le vittime della Strage Marzabotto

Germania

La giudice del Tribunale civile di Bologna, Alessandra Arceri, ha condannato la Germania a risarcire le vittime degli eccidi perpetrati a Monte Sole, Marzabotto, dalle ‘Waffen SS’ dal 29 settembre al 5 ottobre 1944.

La notizia è riportata dall’edizione bolognese di Repubblica, la sentenza emessa dal Tribunale contro la Germania, sottolinea in particolare che i soldati tedeschi, “come accertato dal Tribunale Militare di La Spezia nella sentenza resa il 13 gennaio del 2007”, agirono “in esecuzione dell’ordine loro impartito di ‘uccidere tutti e distruggere tutto’.

Come riporta Repubblica “È questo il cuore della sentenza con cui la giudice Alessandra Arceri del Tribunale di Bologna ha condannato la Repubblica federale tedesca a risarcire le vittime degli eccidi perpetrati a Monte Sole dalle “Waffen SS” dal 29 settembre al 5 ottobre 1944. Un procedimento promosso in sede civile da 33 familiari ed eredi di alcune delle 800 vittime della strage di Marzabotto che, a distanza di quasi 80 anni, hanno chiesto alla Germania di pagare per i crimini di guerra e i massacri commessi dai propri soldati. Si tratta di una sentenza importante perché pone in secondo piano una pronuncia della Corte internazionale dell’Aja – secondo cui gli stati godono di un’immunità rispetto a crimini di guerra commessi dai propri militari – confermando il diritto delle vittime a chiedere giustizia non solo sul piano penale, portando alla sbarra gli esecutori materiale dei crimini, ma anche civile chiedendone conto ai governi che stanno dietro gli eserciti”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments