Fratoni apre i lavori del progetto Interreg Europe Smart Waste

rifiuti

Sono iniziati stamattina i lavori del progetto europeo di cooperazione interregionale Interreg Europe Smart Waste. L’incontro è avvenuto nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati con la presenza dell’assessore regionale all’ambiente Federica Fratoni. Capofila del progetto è ARRR (Agenzia Regionale Recupero Risorse SpA). Smart Waste è finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo regionale dell’Ue per il periodo 2019-2023.

Il progetto Interreg Europe Smart Waste prevede la cooperazione tra partner di sei paesi europei ed ha l’obiettivo di sostenere l’innovazione nella gestione dei rifiuti. Diverse sono le misure adottate: lo scambio interregionale di buone pratiche per la prevenzione della produzione, l’aumento del riutilizzo e del riciclo dei rifiuti. I paesi coinvolti sono Danimarca (Comune di Kolding), Lituania (Centro regione di gestione rifiuti della Regione di Klaipeda – KRWMC), Bulgaria (Associazione esperti ambientali comunali – BAMEE), Belgio (Associazione di città e regioni per la gestione sostenibile delle risorse – ACR+) e Paesi Bassi (Comune di Apeldoorn).

L’assessore Fratoni ha ricordato la centralità della gestione dei rifiuti orientata ai gradini più alti della gerarchia comunitaria nel contesto più ampio dell’economia circolare. Tra i principali provvedimenti della Regione Toscana si ricordano l’istituzione dei Tavoli regionali per l’economia circolare per condividere con le associazioni delle categorie economiche regionali soluzioni migliori per la gestione dei rifiuti. Ma non solo. Si aggiungono anche i divieti per l’uso di prodotti in plastica monouso sul territorio regionale e il coordinamento dei piani regionali con il Programma Regionale di Sviluppo.

Sono intervenuti sul tema dell’innovazione e delle buone pratiche per la gestione dei rifiuti in Toscana ALIA SpA e l’Università di Pisa. Giunto anche un rappresentante del progetto Interreg Europe Winpol.  La chiusura dei lavori ha visto il confronto di rappresentanti delle categorie economiche e dei cittadini insieme ai partner di progetto.

avatar