Firenze, logo proiettato su monumenti: interviene Nardella

firenze sponsor

Polemiche a Firenze dopo che il logo della carta di credito American Express è stato proiettato sia su Ponte Vecchio che sull’Istituto degli Innocenti in occasione del festival F-Light 2021, promosso da Palazzo Vecchio e organizzato da Muse per le festività natalizie. Il sindaco Dario Nardella ha preso posizione rispondendo ai consiglieri di Sinistra Progetto Comune, Dimitrij Palagi e Antonella Bundu.

I loghi dei partner della manifestazione sono comparsi a rotazione su due luoghi simbolo della città di Firenze, scatenando le reazioni dell’opposizione.  Il caso è stato sollevato dai due consiglieri comunali di Sinistra Progetto Comune, Antonella Bundu e Dmitrij Palagi. Da Palazzo Vecchio, riporta la stampa, era stato spiegato che la soprintendenza ai beni architettonici aveva dato l’ok al progetto di F-light.

Oggi l’intervento del sindaco Dario Nardella che afferma: “Per quanto Mus.e ci abbia riferito che si è trattato di una proiezione di pochi istanti, ritengo” che le immagini degli sponsor “non siano appropriate a quei luoghi. Dall’anno prossimo realizzeremo un progetto di illuminazione dei monumenti nuovo e vieterò la presenza degli sponsor nelle proiezioni sui monumenti; troveremo altre forme di riconoscimento per i sostenitori del progetto”.

“Rivendico con forza la linea che ho adottato da quando sono sindaco nei confronti dell’uso di messaggi pubblicitari nelle piazze del centro – aggiunge Nardella -. Ricordo che questa amministrazione è stata la prima a vietare la pubblicità sui cantieri sui principali monumenti della città. Mai più sponsorizzazioni sulle facciate dei monumenti”. “In merito – ha aggiunto – alle immagini proiettate in piazza Santissima Annunziata, come ho ribadito questa mattina al telefono al soprintendente Pessina, non è mai stato detto che la soprintendenza avesse autorizzato le singole immagini proiettate sui monumenti. E’ stato invece detto che il progetto comprensivo di F-light ha ricevuto il nulla osta preventivo da parte della sovrintendenza come avviene ogni anno. Sono cose ben diverse”.

“Bene l’imbarazzata marcia indietro del sindaco, che ha smentito la giunta, e un grazie di cuore a tutta la cittadinanza che ha dato forza alle critiche”. Questo il commento di Dmitrij Palagi e Antonella Bundu, sulla presa di posizione del sindaco.

“Bene – affermano – che il sindaco abbia deciso di impedire che le foto circolate in rete in questi giorni si possano ripetere. Era quello che ci aspettavamo lunedì in Consiglio comunale, quando la giunta ci ha spiegato che considerava le proiezioni dei riconoscimenti agli sponsor e non come pubblicità. Si era tirata nel mezzo anche la soprintendenza, che giustamente ha evidenziato di non potersi fare carico delle responsabilità politiche di Palazzo Vecchio”.

“Chi governa Firenze ritiene che sia tutto lecito, purché si paghi? Stavolta – concludono – non sono riusciti a liquidare la questione come una polemica della sinistra di opposizione”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments