Lun 27 Mag 2024

Homeelezioni 2024Comunali Firenze 2024Firenze, Del Re: “le mie 10 idee per partecipazione cittadini”

Firenze, Del Re: “le mie 10 idee per partecipazione cittadini”

Le dieci idee, saranno parte del programma elettorale di Firenze Democratica

“Nel corso dell’ultimo mandato si è assistito ad una autoreferenzialità del sindaco, che ha amministrato la città senza un coinvolgimento dei cittadini. Basti pensare al progetto per il giardino della Carraia, che aveva pensato di trasformare in un giardino cartolina per i turisti sottraendolo ai residenti e alle famiglie del quartiere. Una mancanza di ascolto non solo dei cittadini, ma anche degli organi elettivi, in consiglio e nei quartieri, che più volte abbiamo rimarcato anche negli ultimi mesi di governo”. Lo ha detto Cecilia del Re, ex assessora all’urbanistica del comune di Firenze, leader di Firenze Democratica nel corso di un evento on line sulla partecipazione.

Creare assemblee dei cittadini per il favorirne il coinvolgimento; predisporre il bilancio partecipato dei quartieri; stipulare patti di collaborazione per la presa in carico di beni comuni; co-pianificare il commercio; creare un coordinamento dei comitati di quartiere per la sicurezza urbana e predisporre un rendiconto online dello stato di avanzamento dei cantieri. Sono alcuni dei dieci punti programmatici sulla democrazia partecipata, lanciati dal Del Re

Firenze Democratica. ha rimarcato Del Re, “è culturalmente diversa, e il nostro nome e la nostra storia nascono proprio da questo bisogno di dare valore alla partecipazione e alla rappresentanza. Siamo dunque una proposta alternativa al Pd fiorentino non solo per ciò che proponiamo, ma anche nel metodo che intendiamo adottare nella gestione dell’amministrazione cittadina. Un modello basato sull’ascolto, il decentramento e la diffusione di responsabilità perché siamo convinti – ha concluso – che sia dal confronto e dal coinvolgimento degli individui che possano nascere le idee davvero innovative e rispondenti ai bisogni della nostra comunità”.

Ecco le 10 proposte

Inserire nello statuto del Comune di Firenze lo strumento delle assemblee dei cittadini per il coinvolgimento attivo su temi di importanza strategica.

Predisporre il bilancio partecipato dei Quartieri, cooperando con la cittadinanza per stabilire come destinare una quota parte del bilancio per opere e servizi da realizzare nei vari rioni fiorentini.

Realizzare la Fondazione di Innovazione Urbana, insieme all’Università di Firenze, per coinvolgere i cittadini nella trasformazione della città.  E ancora

Co-pianificare il commercio con i centri commerciali naturali 6. Istituire un Coordinamento dei Comitati di Quartiere per la sicurezza urbana

Potenziare il ruolo dei Consigli di Quartiere in ottica di decentramento Predisporre un rendiconto online delle attività di manutenzione e stato di avanzamento dei cantieri

Prevedere una votazione online delle proposte di toponomastica per una memoria collettiva di città 10 Istituire a Firenze  il Consiglio dei cittadini Stranieri non comunitari e apolidi”.

Tra i punti anche  l’istituzione di un ufficio comunale per la stipula di patti di collaborazione per la presa in carico di beni comuni, a cominciare dalle aree verdi e dal patrimonio pubblico cittadino, con competenza e sede presso i Consigli di Quartiere.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)