Firenze: al via al Meyer la campagna di vaccinazione

meyer
Foto Controradio

Il Meyer è pronto a far partire la campagna vaccinale anti-Covid per tutti i suoi operatori. Si comincia  questa mattina – 1 gennaio –  con la somministrazione delle prime 42 dosi di vaccino che saranno destinate, in primis, a chi lavora nei reparti Covid. Sempre nel primo giorno del 2021 all’ospedale Santo Stefano di Prato, verranno aggiunti 60 posti dedicati ai pazienti covid.

Un momento storico per l’ospedale pediatrico fiorentino Meyer che nell’arco di circa un mese conta di concludere la campagna di vaccinazione per tutto il personale. La prima a ricevere la dose sarà la dottoressa Leila Bianchi, pediatra, specializzata in malattie infettive.
Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e l’assessore regionale per il diritto alla salute Simone Bezzini hanno visitato il Vaccination center del pediatrico fiorentino e sono stati accolti dal direttore generale del Meyer Alberto Zanobini, dal direttore sanitario Francesca Bellini e dal direttore delle professioni sanitarie Patrizia Mondini.

“La vaccinazione – ha commentato il presidente Giani – costituisce la  prima cinta muraria della nostra comunità rispetto al coronavirus. E’ quindi importante quanto avverrà qui in questo presidio sanitario di eccellenza internazionale, dove c’è la sanità che guarda al futuro perché è dedicata ai più piccoli.”

“Qui cominceranno le vaccinazioni e uno dopo l’altro nei giorni seguenti saranno sempre più numerosi gli operatori sanitari che, insieme agli  anziani, e al personale a rischio costituiranno questa corazza rispetto all’espansione del virus”, ha concluso Giani.

“Stiamo procedendo in maniera organizzata e coordinata nella campagna di vaccinazione” ha evidenziato l’assessore Bezzini. “Qui – ha aggiunto – ci sono già 1.200 prenotazioni da parte del personale del Meyer, cui si aggiungerà quello di Ispro; ma più in generale abbiamo già avuto migliaia e migliaia di prenotazioni attraverso il portale online rivolto al personale sanitario. Un segnale incoraggiante rispetto alla volontà che hanno gli operatori sanitari di vaccinarsi”.

Nella foto Leila Bianchi, la prima pediatra vaccinata questa mattina al Meyer.

Leila Bianchi

A Prato, alle ore 12, l’inaugurazione dell’ampliamento dell’ospedale Santo Stefano con 60 nuovi posti dedicati ai pazienti covid. Un altro passo della regione nella lotta al coronavirus.

“L’inaugurazione di quest’oggi completa un percorso che ha visto il sistema sanitario toscano raggiungere grandissimi risultati in tempi straordinariamente accelerati per le opere pubbliche – ha sottolineato il presidente della Regione Toscana – L’8 dicembre abbiamo inaugurato, sempre a Prato, il Centro Covid Pegaso, con 190 posti letto. Quindi pochi giorni fa, il 29 dicembre, è stata la volta del nuovo padiglione al Campo di Marte di Lucca, con 150 nuovi posti letto. Grazie a interventi realizzati con le procedure della somma urgenza della Protezione Civile abbiamo dimostrato che, quando è necessario, si può fare bene e si può fare presto”.

“Strutture – ha spiegato ancora il presidente – che oggi sono per l’emergenza Covid, ma che resteranno alla sanità toscana anche quando questa emergenza sarà alle spalle e che potranno essere utilizzate in altre situazioni critiche. Ma in questo giorno di Capodanno – così ha concluso Giani – mi preme soprattutto sottolineare che questa nuova struttura dimostra che abbiamo saputo fare squadra: e questo è di ottimo auspicio per le sfide che ci aspettano nel 2021, a partire dalla campagna di vaccinazione”.

Lorenzo Braccini

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments