Ferrovie: 47 mln per riqualificazione Faentina e Valdisieve

sciopero

Lo prevede un protocollo d’intesa illustrato oggi a Borgo San Lorenzo. Il viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini: “accordo che permetterà al Mugello di uscire dall’isolamento in cui era precipitato”.

Un plafond di 47 milioni di euro di fondi pubblici per la riqualificazione delle linee ferroviarie Faentina e Valdisieve. Lo prevede un protocollo d’intesa illustrato oggi a Borgo San Lorenzo dai firmatati: il viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini, l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, il consigliere regionale Fiammetta Capirossi, il sindaco di Borgo San Lorenzo e presidente dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni, e numerosi altri sindaci. Il protocollo era stato firmato il 4 dicembre scorso a Firenze.

“Sono orgoglioso di questo accordo che permetterà al Mugello di uscire dall’isolamento in cui era precipitato qualche decennio fa – ha commentato Nencini -. Maggiore velocità e maggiore sicurezza non solo per chi usa la strada ferrata, ma anche per chi usa la strada statale che corre lungo l’arco della Sieve grazie alla soppressione dei passaggi a livello tra Borgo San Lorenzo e Pontassieve”.

Nencini ha aggiunto che è “una misura importante perché investiamo 47 milioni di euro, la cifra più alta che attraverso Ferrovie verrà messa a disposizione delle amministrazioni locali e dei cittadini del Mugello, che riguarda interventi sulla linea ferroviaria ma riguarda anche la realizzazione di una ciclovia tra Vicchio, Borgo, i comuni di San Piero a Sieve, Scaperia e Barberino e quindi un anello che può’ portare direttamente fino al lago di Bilancino”. Secondo Ceccarelli, “si tratta di investimenti rilevanti e straordinari per il Mugello e la Valdisieve”.

avatar