Dom 21 Lug 2024

HomeToscanaServizi🎧 Tre milioni di euro dal Comune di Firenze per il contributo...

🎧 Tre milioni di euro dal Comune di Firenze per il contributo affitti 2023, già on line il bando

Logo Controradio
www.controradio.it
🎧 Tre milioni di euro dal Comune di Firenze per il contributo affitti 2023, già on line il bando
Loading
/

E’ già on line sulla rete civica il bando contributo affitti 2023 con cui il Comune di Firenze fa un ulteriore passo avanti sull’emergenza abitativa. Grazie ai fondi europei PON Metro Plus e alla Regione Toscana, il Comune riesce a portare il contributo a 3 milioni di euro. “Ci siamo rimboccati le maniche – ha detto Dario Nardella – lo Stato ci ha abbandonato azzerando completamente i fondi con buona pace delle famiglie in difficoltà”.

“Altro che carrello tricolore e social card, lo Stato ci ha abbandonato azzerando completamente il fondo per il contributo affitti e, anche in questa ultima manovra, non lo ha rifinanziato”. Dario Nardella esordisce così stamani in occasione della presentazione del bando contributo affitti 2023 destinato alle famiglie in difficoltà. Uno sforzo da 3 milioni di euro reso possibile dai fondi di coesione europei per le aree metropolitane (PON METRO PLUS) e un aiuto di circa 193 mila euro da parte della Regione Toscana. Il bando, già on line sulla rete civica e aperto per i prossimi trenta giorni, è destinato alle famiglie con un ISEE massimo di 16.500 all’interno del quale si distingue tra due ulteriori fasce di reddito: i nuclei famigliari più fragili (fascia A) potranno richiedere un rimborso fino a 3 mila euro, mentre gli altri (fascia B) fino a 2.300 euro. “In questo modo – ha sottolineato l’assessora alla casa Benedetta Albanese – si aiutano indirettamente anche i piccoli proprietari che affittano a persone che rischiano di scivolare nella morosità”. Il contributo verrà liquidato nel corso del 2024 e sarà proporzionale alla capacità economica (ISEE) e all’ammontare del canone. “Ci sostituiamo allo Stato per dare una mano contributo alle famiglie in difficoltà – ha aggiunto il Sindaco Nardella – perché i costi della casa, che sono collegati al caro affitti e bollette, arrivati a toccare picchi del 15% rispetto all’anno precedente, incidono sui bilanci di quasi una famiglia su due. Il 40% delle famiglie italiane ha un problema legato alla casa. Il caro affitti colpisce il ceto medio e il ceto medio basso ed è determinato da fenomeni vari come il turismo, come l’affitto breve che ha drogato il mercato immobiliare e ha ridotto l’offerta. In Italia l’emergenza abitativa è una realtà e noi stiamo aiutando le famiglie con uno sforzo mai fatto prima”. Il Comune rende noto che le domande per i contributi sono sempre di più e che ogni anno, negli ultimi tre anni, sono state aiutate circa 2000 famiglie. Nel 2021 lo Stato aveva messo a disposizione 2,9 milioni di euro e la città di Firenze zero. Nel 2022 lo Stato è sceso a 2,6 milioni di euro e il Comune aveva contributo con 200 mila euro. Nel 2023 il Governo Meloni ha azzerato il fondo, “quindi zero per gli affitti e zero per il recupero di alloggi dismessi” ha concluso Nardella. “Stiamo svolgendo un ruolo suppletivo al Governo, ci saremmo aspettati un segno forte alla vigilia della manovra di bilancio. Anche gli studenti sono tornati con le tende a manifestare davanti all’Università”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)