Elezioni regionali Toscana: 400 pazienti Covid chiedono voto da casa

Finora all’ufficio elettorale della Regione Toscana risultano arrivate ai Comuni circa 400 domande da parte di pazienti Covid, assistiti a casa, per votare dal domicilio il 20 e 21 settembre, sia per le Regionali sia per il Referendum costituzionale.

Il dato aggiornato alla sera del 16 settembre è in costante evoluzione anche in base ai nuovi casi positivi Covid e alle guarigioni. Ieri alla Regione risultavano in Toscana 2.588 pazienti Covid positivi (compresi i ricoverati in ospedale) e 4.305 in quarantena a casa, negativi ma venuti a contatto con persone contagiate.

E’ possibile chiedere al proprio Comune di votare da casa, viene spiegato, così come si fa per il voto domiciliare dei pazienti impossibilitati a recarsi ai seggi per le loro patologie e che chiedono di poter esercitare comunque nella propria abitazione il diritto di voto. Quindi anche per i pazienti di Coronavirus i Comuni cercheranno di favorire l’esercizio del diritto di voto salvo complicazioni organizzative.

Inoltre, in Toscana, si apprende sempre dall’ufficio elettorale della Regione, saranno operative nei giorni del voto 69 unità Usca, che già da mesi agiscono a domicilio per fronteggiare il Coronavirus, e che in occasione del voto del 20 e 21 settembre afferiscono ai seggi ospedalieri allestiti presso i 17 nosocomi della regione che hanno reparti Covid.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments