Elba, crea poligono per utilizzo di armi modificate in casa, denunciato

poligono

Un 68enne di Marciana Marina (Livorno) è stato denunciato dai carabinieri per detenzione abusiva di armi, getto pericoloso di cose, alterazione e importazione illecita di armi: aveva creato nelle vicinanze della sua abitazione, in un terreno a macchia mediterranea di Marciana Marina, all’isola d’Elba (Livorno), un vero e proprio poligono, esercitandosi nel tiro al bersaglio dalla finestra della sua camera da letto.

Dopo una serie di segnalazioni i militari di Marciana in collaborazione con i colleghi della forestale, hanno sorpreso l’uomo sparare dalla finestra della sua abitazione, in direzione di alcuni bersagli sistemati nella macchia antistante, come un vero e proprio poligono.

La successiva perquisizione nella casa ha permesso di individuare diverse armi ad aria compressa, assimilabili a tutti gli effetti alle comuni armi da sparo perché, fanno sapere gli investigatori, di potenza superiore al consentito, oltre a un ingente quantitativo di munizionamento di varie tipologie e calibro, nonché diversi silenziatori di varie misure. Il 68enne in casa aveva otto carabine e nove pistole, alcune delle quali modificate, che sono state tutte sequestrate.

L’uomo, inoltre, era sprovvisto di qualsiasi titolo abilitativo all’acquisto e alla detenzione delle armi, tanto che le armi irregolari erano state acquistate dall’estero, non essendo reperibili sul mercato italiano che ne vieta l’acquisto senza porto d’armi.

avatar