Due hacker a processo per frode a a Fiorentina e Dzon

fiorentina
Foto Controradio

I due, residenti a Granada, in Spagna, avrebbero messo a segno la truffa con la tecnica del ‘man in the middle’, inserendosi nella corrispondenza via e-mail scambiata tra la società inglese e la Fiorentina, sostituendo l’iban del loro conto corrente a quello
indicato dalla società sportiva per il pagamento

Avrebbero messo a segno una frode informatica riuscendo a far accreditare sul loro conto corrente un pagamento da 1,6 milioni di euro che la Perform Investiment Ltd, società inglese che gestisce Dazn, avrebbe dovuto versare all’Acf Fiorentina come pagamento di una quota di diritti televisivi. Per questo due fratelli spagnoli di 63 e 66 anni sono finiti a processo a Firenze, su decreto di citazione diretta a giudizio emesso dal pm Ester Nocera, titolare delle indagini.

Secondo quanto emerso, i due presunti hacker, residenti a Granada, in Spagna, avrebbero messo a segno la truffa con la tecnica del ‘man in the middle’, inserendosi nella
corrispondenza via e-mail scambiata tra la società inglese e la Fiorentina, sostituendo l’iban del loro conto corrente a quello indicato dalla società sportiva per il pagamento Così,
nell’agosto del 2018 la Perform Investment ha effettuato un bonifico da 1.605.179 euro che è finito direttamente sul conto corrente aperto in una banca di Barcellona, appartenente a una società finanziaria di proprietà dei due fratelli. Quando la Fiorentina ha comunicato di non aver ricevuto il denaro, si è scoperta la frode, facendo scattare gli accertamenti della
polizia postale. La società calcistica è stata poi pagata attraverso un secondo bonifico.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments