Delegazione Italia-Israele presenta documento a rettore Firenze su antisemitismo

Una delegazione dell’Associazione Italia-Israele di Firenze ha incontrato il rettore dell’Ateneo fiorentino Luigi Dei per affrontare il tema dell’antisemitismo. La delegazione, spiega una nota, composta dal presidente dell’associazione Valentino Baldacci e da cinque professori ordinari dell’Università di Firenze, Benedetto Allotta, Sergio Caruso, Zeffiro Ciuffoletti, Gigliola Mariani Sacerdoti e Ida Zatelli, “ha presentato al rettore un documento nel quale si esprime forte preoccupazione per il dilagare di episodi di antisemitismo che nella maggioranza dei casi hanno come matrice l’odio contro lo Stato d’Israele e il rifiuto della sua esistenza”.

La delegazione ha sottolineato “la necessità che si vada oltre le tradizionali manifestazioni per il Giorno della Memoria e vengano promosse azioni più incisive capaci di coinvolgere, in particolare, i giovani e che abbiano al centro la diffusione della conoscenza della realtà attuale e di quella storica”. La diffusione della conoscenza – osserva ancora l’associazione – è infatti l’unica vera arma di cui si dispone per combattere le diverse forme di antisemitismo”.

Dei ha accolto le esigenze espresse dalla delegazione e ha illustrato le iniziative che l’Università sta prendendo in esame, in particolare quelle legate a una diffusione della conoscenza della storia contemporanea. Sono state discusse altre proposte della delegazione, come quella di iniziative per ricordare i docenti dell’Università di Firenze colpiti dalle leggi razziste del 1938. Il rettore si è detto poi disposto a esaminare la definizione di antisemitismo formulata dall’Ihra (International Holocaust remembrance alliance) che sottolinea che l’antisionismo è oggi la forma più diffusa di antisemitismo.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments