Covid:incontro Regione-industrie anche per produrre vaccino toscano

Toscana

Primo incontro fra Regione Toscana e aziende della farmaceutica per costruire una filiera idonea a produrre vaccino toscano

Le imprese di Farmindustria-Toscana, della Rete Toscana Pharma Valley e di Confindustria Toscana-Dispositivi medici hanno risposto all’appello del presidente Eugenio Giani. Obiettivo, realizzare un vaccino toscano ma altre produzioni anti-pandemiche (dagli anticorpi monoclonali ai sistemi diagnostici per rilevare il Covid, alle immunoglobuline anti Sars-CoV- 2), ma anche per consolidare la produzione di terapie e tecnologie mediche e per avviare una piattaforma logistico digitale per le scienze della vita.

Al primo tavolo di confronto hanno partecipato, oltre agli assessori Simone Bezzini (sanità) e Leonardo Marras (attività produttive), i vertici di Menarini, Kedrion, Eli Lilly, Molteni Farmaceutici, Diesse Diagnostica, Aboca, Esaote, Abiogen, Fondazione Toscana Life Sciences e Gsk Vaccines, che con il suo stabilimento di Rosia, in provincia di Siena, è già fra le dieci aziende italiane in corsa, per costruire la filiera dei vaccini, su cui sta puntando il Governo. E’ stato condiviso l’avvio di un tavolo operativo, per sostenere progetti strategici il cui coordinamento è stato affidato a Paolo Tedeschi per conto della presidenza e in collaborazione con la Fondazione Tls.

“Una risposta così significativa al mio appello mi lascia ben sperare nella possibilità di dare effettiva concretezza a una progettualità strategica e operativa nella lotta al Covid – commenta Giani -. Sono orgoglioso di quello che stiamo costruendo, insieme, per la tutela della salute pubblica. Investiremo sulla qualità delle proposte e le porteremo da subito all’attenzione del Governo e, in particolare, al tavolo avviato dal ministro dello sviluppo economico, Giorgetti, proprio su questi temi”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments