Cortona, Comune non intitolerà scuola a Sassoli: è polemica. PD attacca, sindaco: “strumentalizzazioni”

Di giorgi su Sassoli

Il consiglio comunale di Cortona (Arezzo) ha detto no alla proposta di intitolare un edificio scolastico in costruzione alla memoria di David Sassoli, come chiesto con una mozione del gruppo consiliare di minoranza del Pd.

Una decisione che fa e farà discutere. Il fratello del presidente del Parlamento europeo scomparso l’11 gennaio scorso, Mario Gori Sassoli, ha scritto una lettera aperta al sindaco Luciano Meoni, per chiedere il perché, ricordando il forte legame che la sua famiglia ha con Cortona dove lui stesso vive da quasi 40 anni e quello che lo stesso David aveva con la cittadina dell’Aretino. E’ quanto riporta oggi la Nazione.

“Le manifestazioni di sincero cordoglio e di profonda stima per la non comune e appassionata figura di ‘promotore di pace’ di mio fratello sono state spontanee e unanimi, in Italia come all’estero – scrive nella lettera aperta Mario Gori Sassoli -. Non si contano le proposte, moltissime già portate a compimento, di dedicargli centri culturali, scuole, biblioteche, sale di convegni e aule consiliari”. “Sassoli, prima come giornalista e poi come uomo delle istituzioni, ha saputo interpretare i migliori valori della nostra democrazia. Purtroppo però questa iniziativa è stata portata avanti da alcuni esponenti locali senza il benché minimo coordinamento. La nuova scuola di Camucia manterrà il nome di Umberto Morra, figura importante che l’amministrazione comunale non vuole cancellare”, la risposta del sindaco riportata dalla Nazione.

“Dopo la scomparsa di David Sassoli voci di ogni orientamento si sono espresse in suo ricordo. Tante le iniziative per commemorarlo, unendo il nostro Paese in un periodo complesso e faticoso. La lotta di David per la democrazia, la libertà e lo stato di diritto è stata e deve continuare a essere fonte di ispirazione per tutti noi. Per questo colpisce la decisione del Consiglio Comunale di Cortona di negare l’intitolazione di una scuola a Camucia alla sua memoria. È una grande un’occasione persa, inspiegabile e dolorosa. Mi unisco all’appello di Mario Gori Sassoli e all’impegno del Partito Democratico, per una questione che certamente va oltre la politica”. Così il segretario del Pd Enrico Letta in una nota.

Su Facebook la replica di  Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano, e del  segretario provinciale del Pd di Arezzo Francesco Ruscelli. “è difficile commentare la decisione del sindaco di Cortona, Luciano Meoni, di negare la titolazione di una scuola a David Sassoli, già presidente del Parlamento Europeo. Ci sembra che non ci sia luogo più adatto di una scuola per ricordare la figura di un uomo delle istituzioni che si è impegnato al massimo sui due temi che oggi sono al centro dell’attenzione: l’Europa e la pace. Lo sono oggi e lo saranno sempre, visto che nulla può essere dato per acquisito”.

“E’difficile commentare anche la motivazione del sindaco Meoni – si legge ancora su Fb – secondo cui ‘è stata portata avanti da esponenti locali senza il benché minimo coordinamento’. Come dire: ‘Siccome la proposta non è mia ma viene dalle opposizioni, allora non se ne fa di nulla’. E’ facile vedere quale baratro di senso istituzionale separi Sassoli da Meoni: il primo univa, il secondo divide; il primo rispettava le idee diverse, il secondo le schiaccia; il primo era un uomo delle istituzioni, il secondo è più semplicemente un uomo di partito. Ci dispiace per Cortona e per i ragazzi che non potranno avere l’orgoglio di studiare in una scuola dedicata a David Sassoli, un uomo che aveva, e la sua famiglia ha tuttora, uno stretto legame con Cortona. E’ stata perduta un’occasione. Non per caso, non per distrazione ma per il motivo peggiore: il mancato rispetto delle idee diverse, perno della democrazia”.

“Non è possibile dedicare a qualcuno un polo scolastico già intitolato” ribatte  il sindaco di Cortona Luciano Meoni, che guida una giunta di centrodestra. la scuola sarà intitolata Umberto Morra, “scrittore e giornalista, amico di Piero Gobetti, già cittadino onorario di Cortona, dove è morto nel 1981″.  «E’ curioso che Enrico Letta sia finito in questa polemica sterile, si vede che non conosce bene il territorio cortonese che sarebbe peraltro il suo collegio di elezione. Il segretario nazionale Pd è stato mal consigliato dagli esponenti locali del suo partito. Se infatti avessero presentato una mozione non mirata all’intitolazione di questo nuovo edificio, ma orientata a ricordare David Sassoli con un toponimo o con la dedica ad un nuovo monumento, l’esito sarebbe stato diverso. Purtroppo qui ci si è messa l’ottusità politica, l’incompetenza o la malafede. I consiglieri comunali conoscono le procedure e se avessero voluto tutelare l’immagine e il nome di questo illustre personaggio, avrebbero optato per un iter condiviso, invece hanno chiesto l’intitolazione di un nuovo edificio che prenderà necessariamente il nome di quello che andremo a dismettere”. “Il Comune di Cortona – conclude il sindaco – recentemente ha intitolato luoghi pubblici a Spartaco Lucarini e a Emanuele Petri, spiace che il Pd abbia voluto usare strumentalmente il nome del compianto ex presidente del Parlamento Europeo”.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments