Coronavirus: al via la maratona on line della solidarietà sancascianese

Comune e Festa del Volontariato sancascianese attivano una nuova campagna di solidarietà attraverso la raccolta fondi su una piattaforma crowdfounding. Il sindaco Roberto Ciappi: “Ognuno potrà fare la propria parte donando un piccolo contributo, contiamo sullo spirito di aiuto della nostra comunità”

Si chiama “#aiutiAMOsancasciano – uniti per la comunità” ed è lo strumento di crowdfunding sulla quale hanno deciso di far confluire obiettivi e risorse il Comune di San Casciano e la Festa del Volontariato Sancascianese in collaborazione con la testata on line il Gazzettino del Chianti e delle colline fiorentine, We Chianti e Sport Chianti.

Il sindaco Roberto Ciappi e il presidente della Festa del Volontariato Sancascianese Daniele Cavari hanno attivato una nuova forma di raccolta fondi da destinare alle famiglie che hanno bisogni reali attraverso la piattaforma gofundme e gogoundme sulle tematiche e gli interventi legati al Coronavirus.

“L’obiettivo è aumentare la capacità plurale degli interventi – dichiara il sindaco Roberto Ciappi – il numero rilevante delle domande che stanno pervenendo in Comune relativamente all’opportunità di accedere ai buoni spesa segnala un bisogno che sta aumentando visibilmente e che non riusciamo a coprire con le risorse assegnate dallo Stato al Comune di San Casciano. Oltre ai casi di fragilità che i Servizi sociali hanno in carico e stanno seguendo capillarmente, assistiamo all’insorgere di nuove forme di impoverimento legate allo shock lavorativo, produttivo e sociale che ha causato il contagio dell’infezione virale. Molti sono i precari, i lavoratori autonomi, le famiglie che versano in condizioni di fragilità economica, i nuclei monogenitoriali, i lavoratori stagionali, le partite IVA, le piccole aziende a gestione familiare, gli esercizi commerciali non alimentari. Facciamo ognuno la nostra parte, doniamo anche piccole somme per offrire un supporto concreto a chi ha bisogno. In questo modo potremo tentare di contrastare l’emergenza economica che si aggiunge e aggrava pesantemente quella sanitaria”.

“Il Coronavirus non colpisce soltanto le persone malate – rimarca il presidente della Festa del Volontariato Sancascianese Daniele Cavari – investe tutti indistintamente ed è fondamentale adottare misure necessarie a ridurre il rischio di moltiplicazione dei bisogni che mettono a dura prova le condizioni già in sofferenza delle famiglie. La richiesta impenna rapidamente e si esprime su vari fronti: i cittadini chiedono beni di prima necessità, cibo, assistenza finanziaria, sostegno nel pagamento dell’affitto. Invitiamo dunque a comunità ad unirsi a questa nostra spinta collettiva. Vuole offrire una boccata di ossigeno alle famiglie e ai lavoratori, riuscire a coprire le spese necessarie e costruire forme di sostegno alle tantissime persone del nostro territorio che si rivelano più vulnerabili all’impatto negativo della pandemia”.

I contributi della comunità andranno a sostenere le famiglie con l’acquisto di beni di prima necessità.

Se vuoi far parte della campagna collegati a www.gofoundme.com e www.gogoundme.com.Per effettuare donazioni:

https://www.gofundme.com/mvc.php?route=homepage_norma/search&term=aiutiamosancasciano.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments