Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 21 gennaio 2022

Controradio Infonews
©Controradio
Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 21 gennaio 2022
/

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina. Per iniziare la giornata ‘preparati’

CONTRORADIO INFONEWS – In Toscana negli ultimi giorni il contagio da variante Omicron, che ormai rappresenta il 90 per cento dei casi, sta rallentando.  Ad affermarlo è l’assessore regionale alla Sanità Simone Bezzini, che ha partecipato all’ormai consueto appuntamento di aggiornamento sulla pandemia in Commissione Sanità del Consiglio regionale. A fronte di 600 mila contagiati da Covid dall’inizio della pandemia, circa 250 mila, cioè il 40%, sono stati registrati nelle ultime tre settimane.
CONTRORADIO INFONEWS – Da lunedì 24 gennaio sarà attivo, nell’Ala nord dell’ospedale Santo Stefano di Prato, l’ambulatorio protetto per le vaccinazione Covid dei bambini di età 5-11 anni con allergie gravi. Prevista una seduta settimanale: ogni lunedì dalle 14 alle 19. Saranno effettuate dieci vaccinazioni a settimana a bambini con problematiche allergiche gravi (asma, anafilassi idiopatiche o da farmaci o da vaccini ed altre condizioni di allergia grave).
CONTRORADIO INFONEWS – Per quanto riguarda la campagna vaccinale la Toscana è sopra la media nazionale sul booster: lo ha ricevuto l’86,4% degli ottantenni e oltre l’80% dei settantenni. Nella vaccinazione pediatrica risulta immunizzato un bambino su quattro sotto gli undici anni, e ci sono al momento a disposizione 15 mila dosi per le nuove prenotazioni.
CONTRORADIO INFONEWS – Le scuole che vorranno candidarsi per ospitare il camper di #GiovaniSìvaccinano in spazi dedicati, dovranno raccordarsi con i sindaci dei Comuni di riferimento, che ufficializzeranno la candidatura degli istituti scolastici (dotati degli opportuni requisiti) alle Società della Salute.
Un incendio divampato intorno alle 16 di ieri in un appartamento del terzo piano di un palazzo nel quartiere Sorgenti a Livorno. Lo stabile è stato evacuato a scopo precauzionale mentre alcuni inquilini risultano leggermente intossicati per inalazione da fumo e sono state assistiti sul posto dai volontari del 118.  Ancora da verificare le cause del rogo e la stima dei danni.
Mustafa al-Nazzal, il bambino di cinque anni nato senza arti per colpa di un bombardamento aereo con armi chimiche in Siria, e suo padre Munzir arriveranno al centro protesi Inail di Vigorso di Budrio (Bologna) verso metà febbraio. Prima i due, resi celebri dallo scatto di Mehmet Aslan premiato dal Siena International Photo Awards l’anno scorso, passeranno un periodo a Siena in un alloggio della Caritas per la quarantena e sosterranno gli esami clinici richiesti per l’accesso al percorso protesico-riabilitativo.
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments