Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 17 novembre 2021

Controradio Infonews
©Controradio
Controradio Infonews: le principali notizie dalla Toscana, 17 novembre 2021
/

Controradio Infonews: ultim’ora, aggiornamenti, cronaca ed eventi in Toscana nella sintesi mattutina di Controradio. Per iniziare la giornata ‘preparati’

 

CONTRORADIO INFONEWS – Sarebbero gravi le condizioni del bimbo di 3 anni precipitato ieri pomeriggio da un terrazzo a Sesto Fiorentino (Firenze). Il piccolo si trova ricoverato nella rianimazione del Meyer.   Secondo quanto ricostruito dalla polizia,  sarebbe caduto accidentalmente dal terzo piano quando la madre non era in casa, perché si era assentata per alcuni minuti per andare a prendere il figlio maggiore, alla fermata del bus. La posizione della donna è al momento al vaglio degli investigatori.

CONTRORADIO INFONEWS – Incidente mortale alle porte di Siena sulla SS73 Aretina a seguito dello scontro tra un’auto e un furgone. A perdere la vita un 46enne di origini romene ma residente da tempo a Foiano della Chiana (Arezzo); l’uomo era a bordo dell’auto insieme ad altre due persone ferite lievemente. Incolume l’autista del furgone. Sulla dinamica dell’incidente sono in corso gli accertamenti.
Un uomo rimasto intrappolato sotto un cancello a Firenze è stato liberato dai vigili del fuoco e affidato ai sanitari. Proprio su richiesta del 118 i vigili del fuoco sono intervenuti in viuzzo dei Bruni. Da accertare le cause dell’incidente.
CONTRORADIO INFONEWS – Morto a Torino dopo una malattia il ‘superpoliziotto’ Ruggero Perugini, aveva 75 anni: fu protagonista di una particolare stagione delle pluridecennali indagini sul caso del Mostro di Firenze e con le sue indagini individuò come autore dei duplici delitti delle coppiette Pietro Pacciani. Perugini rivestì il ruolo di capo e coordinatore della ‘Sam’, la squadra anti mostro nata nel 1984 alla questura di Firenze.
CONTRORADIO INFONEWS – Il presidente della Regione Eugenio Giani si dice favorevole all’introduzione di misure restrittive per chi ha scelto di non vaccinarsi. “I contagi stanno risalendo – ricorda il presidente – non siamo al livello dell’anno scorso. Ora siamo in zona bianca, con la speranza di poterci restare per tutto l’inverno.  “Se chi non è vaccinato – continua Giani – vuol partecipare alla vita di comunità deve immunizzarsi. Per  quelli che non si vaccinano per scelta, dovranno essere studiate misure che ne limitino la circolazione”. Il sottosegretario Sileri dichiara oggi  che «costringendo i non vaccinati a testarsi ogni 48 ore per lavorare, di fatto si blocca la catena dei contagi. È molto lontana l’ipotesi di lockdown mirati per non vaccinati, almeno non nella fase di passaggio tra il bianco e il giallo».

L’Asl Toscana nord ovest ha individuato sul proprio territorio 14 postazioni, con orari dedicati, dove, da oggi studenti e alunni delle scuole potranno eseguire il tampone rapido in caso di contagi in classe. Il nuovo protocollo nazionale, ricorda l’Asl in una nota, prevede infatti un tampone immediato, per gli studenti dai 6 anni in su, in modo da consentire che una classe con un solo contagiato possa continuare a fare lezione in presenza. L’introduzione, sempre a partire da oggi del Qr Code che sarà inviato via email ai contatti del caso positivo e con il quale eseguire i test di controllo, semplificherà le procedure.

Occupato il plesso universitario della Torretta (Scuola di psicologia) a Firenze e l’aula studenti nel polo scientifico di Sesto Fiorentino (Firenze). Lo rendono noto gli stessi studenti. L’occupazione alla Torretta, spiega una nota, proseguirà nel rispetto degli spazi e del corretto svolgimento di tutte le attività. Si aggiungerà un’aula studio auto-gestita aperta 24 ore su 24. Nel polo di Sesto Fiorentino, si spiega in una un’altra nota, “non abbiamo occupato un’aula qualunque ma l’aula studenti, unico luogo che durante i 20 anni di vita del Polo scientifico ha permesso a noi studentə di socializzare al di fuori delle dinamiche alienanti di un luogo abbandonato dalle istituzioni dell’ateneo e dei comuni limitrofi”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments